in ,

Perugia: rimosso il Prefetto dopo la frase choc sulle famiglie e la droga

Ufficializzata la rimozione del prefetto di Perugia, Antonio Reppucci, che qualche giorno fa aveva dichiarato: ”Il cancro sta nelle famiglie, se una madre non si accorge che il figlio si droga ha fallito, si deve solo suicidare”. Dopo questa esternazione choc, il premier Renzi aveva fatto sapere di essere “furente” e il Ministro dell’Interno Angelino Alfano aveva annunciato l’immediata rimozione del prefetto perugino. Oggi il premier ringrazia il ministro Alfano per il suo provvedimento.

 

 

Durante una conferenza stampa Reppucci, parlando di droga aveva preso di mira le famiglie, affermando che esse dovrebbero badare ai loro figli e che non possono non accorgersi delle loro devianze. La prima a prendere le distanze dal colorito prefetto era stata il Procuratore della Repubblica di Perugia, Antonella Duchini, dissociandosi in una nota ufficiale, dalle dichiarazioni di quel rappresentante dello Stato che nel frattempo avevano fatto il giro del web, suscitando indignazione generale.

La rimozione del prefetto era stata chiesta anche da vari leader politici, tutti concordi nel sostenere che le famiglie andrebbero aiutate e non isolate. Reppucci aveva anche tentato una difesa, dicendo che era stato frainteso e che il suo era un ragionamento più articolato che la frase incriminata non riassumeva. Reppucci si è detto, comunque, convinto che “serve una responsabilizzazione maggiore da parte delle famiglie”, perché “le istituzioni e le forze dell’ordine da sole non possono vincere la guerra contro la droga”.

Mondiale Brasile 2014 Nigeria-Bosnia 1-0 risultato finale. Goal regolare annullato e palo per Dzeko, Bosnia eliminata. La Nigeria vede gli ottavi di finale

treccia acconciatura

Estate 2014, le acconciature per combattere il caldo