in ,

Pesaro, arrestato 50enne pedofilo: adescò bambina di 12 anni con 10 mila messaggi

Maxi operazione anti pedofilia condotta dalla polizia postale di Udine e di Pesaro. Chiamata “Micione mio”, dal nome con cui una minorenne soleva chiamare il suo adescatore, l’indagine era partita un anno fa, quando i genitori di una dodicenne di Udine avevano denunciato alla Procura della Repubblica di Trieste alcuni comportamenti sospetti e preoccupanti della loro figlia.pedofilo 50enne arrestato a Pesaro

Dopo un’attenta analisi tecnica effettuata sul suo pc e durata 4 mesi, gli inquirenti hanno trovato una serie di mail compromettenti che provano una relazione intercorsa tra la ragazzina e un 50enne pesarese che, fingendosi adolescente, era entrato in contatto con lei, adescandola. Le chiedeva foto e video in cui la invitava ad assumere pose erotiche, la contattava su Skype e su WhatsApp e anche via sms. Sono oltre dieci mila i messaggi che l’adescatore ha inviato per via telematica alla 12enne e grazie ai quali gli inquirenti hanno potuto inchiodarlo e arrestarlo.

Ventisette le persone denunciate in tutta Italia che facevano parte di questa vasta rete di pedofili, tutti uomini tra i 29 e 50 anni appartenenti ai più svariati strati sociali, che fingendosi promoters di agenzie di moda o minorenni coetanei delle ragazzine, le adescavano facendo loro delle ricariche telefoniche, incrementando i contatti via web al fine poi di organizzare con loro un incontro vero e proprio. Gli agenti hanno fatto 26 perquisizioni, sequestrando 22 pc, 46 hard disk, 508 cd e dvd, 46 pen drive usb, 50 cellulari, 11 memory card, materiale utilissimo per la prosecuzione delle indagini.

utlime notizie calciomercato

Calcio internazionale, Leonardo: l’ex Inter e Milan parla del proprio futuro

FIFA

Ranking Fifa: l’Italia finisce alla nona posizione