in ,

Pesaro, Ismaele ucciso per gelosia: prima crocifisso e poi sgozzato

Ismaele Lulli è stato ucciso per gelosia. È dunque passionale il movente del truce omicidio compiuto nel boschetto di Sant’Angelo in Vado, a Pesaro. Sospettati del delitto due ragazzi albanesi prima interrogati per ore dai carabinieri e poi sottoposti a fermo di indiziati di reato: uno di loro ha 20 anni e risiede a Urbania, l’altro, un 19enne, a Sant’Angelo in Vado.

Astio, rivalità e gelosie maturati da tempo nei riguardi del 17enne ed esternati via social network sarebbero stati l’humus in cui è maturato l’orrendo delitto. Ismaele Lulli sarebbe stato oggetto delle attenzioni della ragazza del 19enne albanese fermato dai carabinieri; la gelosia, quindi, la ‘molla’ che avrebbe fatto scattare la furia omicida dei due albanesi.

I due indiziati, secondo le ultime indiscrezioni, avrebbero iniziato a rilasciare parziali ammissioni di colpevolezza; agghiacciante la verità che sarebbe emersa nelle ultime ore: Ismaele sarebbe stato portato con l’inganno nei pressi di una chiesa abbandonata, nel boschetto di località San Martino in Selva Nera. Lì i suoi aguzzini lo avrebbero legato alla croce in mezzo ai pini con il nastro da pacchi e crocifisso. Poi brutalmente assassinato con un solo colpo alla gola e gettato nel dirupo.

Michele Nocca Instagram

Amici 14 gossip, Michele Nocca in costume su Instagram: le foto infiammano il web

giffoni film festival 2015, tom felton harry potter

Giffoni Film Festival 2015: Tom Felton, il cattivo di Harry Potter confessa “Ero agnostico, ma ora ho cambiato idea”