in ,

Peschereccio affondato a Civitanova Marche: sale a 4 il numero delle vittime

Si aggrava il bilancio delle vittime del naufragio che ieri ha visto coinvolto il peschereccio ‘Sparviero’ al largo di Civitanova Marche, nell’Adriatico. Inizialmente si era parlato di 2 marinai morti, 4 tratti in salvo e 2 dispersi. Ma le speranze di trovare vivi i dispersi, Maroga Costeli di 35 anni e Simion Vasile di 39, sono pressoché inesistenti. I due marittimi, entrambi di origini rumene, hanno quasi certamente perso la vita, così come i loro compagni deceduti ieri: Michele Fini, 25 anni, e Giorgio Toma Viorel, 19.

I naufragio molto probabilmente è stato causato dall’eccessivo carico della motonave che stava prelevando cozze negli impianti di miticoltura; questa l’ipotesi al momento più avvalorata dalla Guardia costiera e dalla procura della Repubblica che stanno effettuando tutti gli accertamenti necessari per far luce sulle dinamiche dell’incidente.

“Avevamo fatto un carico di 60-80 quintali di cozze quando è arrivata un’onda anomala da levante che ha spostato il carico tutto da un lato e ha fatto rovesciare l’imbarcazione”, questa la testimonianza di Aldo Leo, il marittimo 37enne tratto in salvo dai soccorritori. Il relitto della nave non è ancora stato individuato e le ricerche sono ancora in corso, nonostante le avverse condizioni del mare che stanno causando disagi e rallentamenti nelle operazioni.

papa-francesco

Programmi Tv oggi: Rito della Via Crucis e The Blind Side

Samuel Eto'ò facebook

Sampdoria: Eto’o perde la causa, 10mila al mese per la figlia