in

Pet Therapy: gli animali capiscono e aiutano

La pet therapy, o AAT (Animal-Assisted Therapy), incentra il suo lavoro attraverso l’interazione tra gli animali e l’uomo. La terapia con gli animali è volta a riscoprire e sollecitare la spontaneità e la comunicazione non verbale insita nell’animale e nel bambino-adulto. Prendersi cura e sentirsi stimolati da un animale che “ci segue” ed è in sintonia con noi permette di sviluppare caratteristiche che ci appartengono, ma sono sopite, e migliorare il nostro stato di salute.

asini nel recinto

Gli animali utilizzati a tal fine sono diversi e differenti rispetto alle varie condizioni di cui necessita la persona: cani, gatti, cavalli, criceti, conigli, volatili, pesci nell’acquario, mucche, asini, delfini… il repertorio è vasto ed ogni animale contribuisce al miglioramento dello stato di salute, sia esso in ambito psicologico o fisico. Dalla disabilità, all’autismo, tachicardia, stress, problemi motori, disturbi di comunicazione, depressione, sindrome di Down. La terapia con gli animali, svolta nei diversi centri, è sempre affiancata e seguita da specialisti: psicologi, educatori, terapeuti, addestratori di animali, un veterinario. Le attività con gli animali vengono svolte sia in contesti ospedalieri, scolastici, sia in centri specializzati, ai quali ci si può rivolgere per essere affiancati nel miglioramento dello stato di cose. La pet therapy rappresenta un affiancamento, non è una sostituzione della figura specializzata, ma un connubio tra diverse professionalità, animali compresi!
photo credit: shawncalhoun via photopin cc | Donkey Sanctuary Press Images via photopin cc

Seguici sul nostro canale Telegram

L’uomo di Neanderthal si è estinto a causa dell’amore

Dove vedere Portogallo Austria

Video – ‘Risk Everything’, Nike lancia la seconda parte del video