in

Philip Seymour Hoffman: in “Hunger Games” la sua versione digitale

Philip Seymour Hoffman, scomparso di recente per overdose da stupefacenti, stava girandoHunger Games: Il canto della rivolta” e mancherebbe una scena e il suo nome, torna ad essere al centro del dibattito mediatico per il film nel quale era impegnato. Philip Seymour Hoffman2

Secondo quanto emerge dalla “Page Six” del New York Post, il divo doveva girare ancora una scena della terza pellicola della celebre saga “Hunger Games e la casa di produzione Lionsgate starebbe pensando di realizzare digitalmente la figura dell’attore per poter finire le riprese.  L’attore doveva stare sul set ancora per un’altra settimana, per girare una scena saliente, nel film che lo vede tra i protagonisti, nei panni di Plutarch Heavensbee.

Piuttosto che riprendere in mano la sceneggiatura, i produttori e il regista starebbero pensando di utilizzare effetti computerizzati e tecnici per poter avere ancora l’attore nella scena per la quale si stava preparando. Per chiudere il film basterebbe una figura digitale in grado di sostenere almeno due o tre scene anche se la cosa più complessa non sarebbero le immagini ma i dialoghi che dovrebbero essere recitati con il medesimo tono di voce dell’attore scomparso.

 

 

 

Caso marò: l’ipotesi di accusa è terrorismo

Festival di Sanremo

Sanremo 2014: ospiti, giuria e molto altro