in

Piero Angela e lo sbarco sulla Luna: «Che sciocchezza continuare a negarlo»

Intervistato dall’AGI Piero Angela, il famoso divulgatore scientifico e conduttore televisivo, che ha seguito in prima persona da giornalista molte missione Apollo ha parlato della straordinaria impresa  dello sbarco sulla Luna e ha detto la sua sulla cosiddetta «teoria del complotto»: «Che sciocchezza continuare ancora a negare il primo sbarco dell’uomo sulla Luna. Chi lo fa sfrutta l’ingenuità delle persone solo per trarne profitto, come scrivere un libro o girare un documentario!».

«Che sciocchezza continuare a negare il primo sbarco sulla Luna!», lo sfogo di Piero Angela

Piero Angela, novant’anni compiuti, a proposito del Moon Day, ha dichiarato: «Quel giorno è stato molto emozionante: per la prima volta nella storia, l’uomo ha poggiato i piedi sulla Luna!». Lo stesso divulgatore ha poi aggiunto: «Andare sulla Luna è qualcosa che gli esseri umani hanno sempre immaginato di fare. Quando poi ci si è riusciti è stato come un sogno che si realizzava. Oggi invece sappiamo che sulla Luna potremmo andare e ritornare anche solo in una settimana!». Piero Angela ha voluto sottolineare quanto fossero seguiti all’epoca i viaggi dei vari astronauti«Ogni volta che una missione con equipaggio partiva era sempre una grande emozione perché tutti eravamo consapevoli del gran rischio che gli astronauti si assumevano ed è stato così anche per l’Apollo 11!».

Il prossimo passo dell’uomo? Lo sbarco su Marte: «Probabilmente sarà qualcosa a cui non assisterò!»

Forse proprio per questo le tesi negazioniste, secondo cui l’allunaggio del 1969, non sarebbe altro che una montatura, fanno oggi parecchio infuriare il noto divulgatore scientifico: «Purtroppo queste teorie continuano ancora a circolare. Non mi stupisco, visto che c’è ancora chi sostiene che la Terra è piatta!», ha dichiarato Piero Angela, che ha poi parlato della prossimo passo che l’uomo compirà: lo sbarco su Marte (che tuttavia per il conduttore sarà sempre secondo all’impresa di Armostrong e Aldrin, proprio perché «la prima volta non si dimentica mai!»): «Probabilmente sarà qualcosa a cui non assisterò. Sarà una missione complicatissima e rischiosissima!». 

leggi anche l’articolo—> Piero Angela: «Calo demografico? Pochi gli interventi, d’altronde un pensionato vota, un neonato no!»

Written by Cristina La Bella

Cristina La Bella è redattrice di UrbanPost. Nasce a Frosinone il 13 febbraio del 1991, quando in Ciociaria la neve non si vedeva da anni e l’Italia tirava un sospiro di sollievo per la fine della guerra del Golfo. Sin da bambina sogna di diventare giornalista. Si laurea nel 2014 in "Lettere Moderne" e nel 2017 in "Filologia Moderna" all'Università La Sapienza di Roma. Il 16 aprile 2018 riceve il riconoscimento di "Laureato Eccellente" per il brillante percorso di studi. Cofondatrice di "Voci di Fondo", ha scritto, tra i tanti, con giornali quali "Prima Pagina Online", "Newsly", “SuccedeOggi", “LuxGallery”. Nel tempo libero le piace leggere, vedere film e fare shopping. Il più grande amore: i suoi nipotini.

Tiziano Ferro matrimonio, su Instagram la commovente dedica ai fan: «Una lezione di vita»

Mercedesz Henger sbalorditiva su Instagram: un lato B da sogno