in ,

Pillola anticoncezionale costo: eliminate le ultime pillole contraccettive mutuabili

In Italia meno del 20% delle donne utilizza la pillola anticoncezionale; è probabilmente per questo motivo che non c’è stato praticamente nessun moto di polemica a seguito della decisione da parte dello Stato di escludere le ultime pillole contraccettive mutuabili dalla lista di Fascia A e di trasferirle tra i farmaci di Fascia C, ovvero quelli completamente a carico del cittadino poiché “non fondamentali” oppure con un costo così irrisorio che può essere pagato totalmente dai cittadini. Un cambiamento però che potrebbe andare ad intaccare le fasce più deboli di donne, soprattutto ragazze giovani e donne senza lavoro, che si affidavano a queste pillole contraccettive perché a costo zero e che ora le lascia scoperte.

E’ vero che si tratta di pillole anticoncezionali per la maggior parte di terza generazione, ovvero abbastanza vecchie, ma per le quali ora le donne che le utilizzavano dovranno pagare il prezzo pieno, tra i 3 e 5 euro. Questo cambiamento, spiegato come un adeguamento normativo, ovvero tutti i tipi di farmaci della stessa categoria nella stessa fascia, ma che a tutti gli effetti non concede più alle donne di avere la possibilità di una contraccezione gratuita. Se certamente queste pillole hanno un prezzo relativamente basso, sono le uniche; la maggior parte delle pillole anticoncezionali di nuova generazione e quindi totalmente a carico dei cittadini superano i 10 euro, con costi che arrivano fino ai 17 euro. Ciò significa che se una scatola di pillola anticoncezionale costa in media 15 euro, in un anno una donna dovrà spendere almeno 180 euro all’anno per la contraccezione.

Un costo che in molte, malgrado le detrazioni fiscali che si possono ottenere facendo il 730, non possono sostenere e per questo scelgono di abbandonare questo metodo contraccettivo affidandosi nella maggior parte dei casi al coito interrotto, che non è però un metodo contraccettivo né efficace né sicuro. Ad ogni modo come ricorda Anna Pompili di Amica, Associazione Medici Italiani Contraccezione e Aborto, “Non ci sono state grandi reazioni, in particolare tra le donne, ho pensato a cosa sarebbe successo in un altro paese europeo come la Francia. Le donne italiane sono assuefatte all’idea che la contraccezione sia un fatto privato, che non riguarda lo Stato o la comunità nella quale vivono”.

Basket serie A 2016 squadre, analisi delle rose ai nastri di partenza [PRIMA PARTE]

katy perry

Katy Perry nuda, la cantante senza veli a sostegno di Hillary Clinton [FOTO]