in

Pillola dei 5 giorni dopo anche senza ricetta, il caso “ellaOne”: farmacisti e donne ancora disinformati

Un’indagine nazionale condotta sulla facilità di accesso alla contraccezione d’emergenza ha rilevato come in Italia sia ancora tanta la disinformazione, soprattutto per quanto riguarda la necessità della ricetta per l’acquisto pillola dei cinque giorni dopo.

Sono preoccupanti i dati ottenuti da un’indagine condotta da SWG e Edizioni Health Communication sulla facilità con cui le donne possono accedere alla contraccezione d’emergenza in Italia: nonostante l’importanza del tema, infatti, sia le donne italiane sia i farmacisti sembrano totalmente disinformati sull’argomento. I dati meno rassicuranti arrivano quando si parla di “ellaOne”, la cosiddetta “pillola dei cinque giorni dopo” che dall’8 Maggio 2011 per decisione dell’Aifa (Agenzia Italiana del Farmaco) può essere venduta – esclusivamente a donne maggiorennianche senza ricetta medica. Per quanto riguarda i farmacisti, il 46 % dichiara di essere totalmente contrario alla decisione dell’Aifa e, tra questi, il 77% è convinto che in questo modo le donne userebbero la contraccezione d’emergenza con troppa facilità: il 18%, invece, ha dichiarato che mai venderebbe la pillola dei cinque giorni dopo senza ricetta medica. E i motivi? Le cause di questa riluttanza sono per il 53% legati alla possibile pericolosità e per il 61% connessi a questioni di fede religiosa.

E le donne? Il mondo femminile non sembra essere più informato: solo il 16% delle donne è consapevole della possibilità introdotta nel 2011 e ben il 30% è ancora convinta dell’obbligo della prescrizione medica. Ma qual è, almeno secondo le donne, la difficoltà più grande riscontrata? Il 65% parla della difficoltà nel reperire la ricetta entro le 24h successive al rapporto non protetto mentre il 45% delle donne identifica il problema nella resistenza dei farmacisti che chiedono la ricetta anche quando non serve. “Mi colpisce anche il dato relativo ai farmacisti, convinti che le donne utilizzino con troppa facilità la pillola del giorno dopo. In realtà i dati di utilizzo si mantengono in Italia tra i più bassi d’Europa: solo il 2,5% circa delle donne in età fertile vi ha infatti fatto ricorso. E ancora, mi meraviglia che solo 3 farmacisti su 10 sappiano che ellaOne è più efficace della vecchia pillola del giorno dopo” ha spiegato infine ad adnkronos Emilio Arisi, presidente della Società medicina italiana per la contraccezione (Smic).

(Foto: Image Point Fr/Shutterstock)

iphone 6 codice sicurezza

iPhone 6 iPad 2 difetti di sicurezza: password sbloccata con il ‘time-based attack’

Napoli Chievo ora diretta tv streaming gratis

Napoli – Carpi probabili formazioni Serie A 24° giornata: Valdifiori sostituisce Jorginho