in ,

Pino Daniele, autopsia: il quadro non è ancora chiaro, in corso ulteriori accertamenti

L’esame autoptico effettuato sulla salma di Pino Dabiele ha confermato ciò che già ci si aspettava: il cantante, affetto da cardiopatia cronica, è morto per insufficienza cardiaca. I consulenti nominati dalla procura di Roma che hanno eseguito l’esame, Vittorio Fineschi, Giorgio Bolino e Giuseppe Ambrosio, tuttavia hanno affermato che il quadro clinico relativo alle circostanze e cause del decesso dell’artista napoletano non è ancora completamente chiaro.

Per avere maggiori certezze saranno quindi effettuati ulteriori accertamenti microscopici e di laboratorio, i cui risultati saranno quanto prima consegnati ai magistrati di Roma che hanno aperto un’indagine per omicidio colposo a carico di ignoti. “Bisogna stabilire se, nel momento più critico in cui Pino Daniele ha avuto il malessere poteva essere soccorso meglio o no. Ma questo discorso si accerterà meglio alla luce delle altre risultanze”, ha dichiarato Enrico Marinelli, uno dei tre consulenti di parte che hanno assistito all’autopsia, nominati dalla moglie del cantante, Fabiola Sciabbarasi. 

charlie hebdo sparatoria

Charlie Hebdo: 2 morti e 20 feriti nella sparatoria a nord di Parigi, presi due ostaggi

I giudici di MasterChef

MasterChef Italia 4: quarta puntata, i migliori e gli eliminati