in ,

Pino Daniele: ecco cosa cercavano in ladri nella casa in Maremma

Dopo i funerali di Pino Daniele, i riflettori non si spengono sul cantante e sulla vicenda della sua morte. La scomparsa del bluesman si tinge di giallo, e dopo la notizia dell’apertura di un’inchiesta per omicidio colposo, senza ancora nessun nome iscritto nel registro degli indagati, viene confermata anche quella del furto nell’abitazione maremmana dell’artista. I ladri si sarebbero introdotti a casa di Pino la notte tra il 6 e il 7, subito dopo la notizia della morte, e avrebbero rubato solo due chitarre di modesto valore.

L’episodio ha destato molti sospetti poiché soldi, gioielli, e altri oggetti di valore erano custoditi all’interno della villa, ma i ladri, pur avendo trafugato qua e la, non hanno toccato nient’altro a parte gli strumenti musicali. A segnalare il fatto, Amanda Bonini, l’ultima compagna del cantante napoletano, la quale era rientrata in Maremma con i due figli dopo il doppio funerale di Roma e Napoli. Un altro particolare, inoltre, ha attirato l’interesse degli investigatori.

L’allarme di casa era stato disinstallato con maestria, il che indurrebbe a pensare che l’incursione sia stata pianificata tempo prima. L’ipotesi più accreditata, per adesso, sarebbe quella secondo cui i malviventi si sarebbero introdotti in casa al fine di acquisire informazioni sulla vita privata del cantante, nel tentativo di avere un pretesto per ricattare ed estorcere denaro ai congiunti del musicista. Altra possibile pista, sarebbe quella di un tentativo di distruzione di prove o informazioni importanti sulle ultime volontà dell’artista.

Moisander Sampdoria Calciomercato

Ultime notizie calciomercato Lazio: si tratta per Moisander

Elisabetta Canalis, Los Angeles, famiglia

Elisabetta Canalis Instagram: vacanze a Los Angeles con mamma e papà