in

Pino Daniele: Napoli ricorda il cantante scomparso con un concerto sul Lungomare

Sono passati quattro anni dalla scomparsa di Pino Daniele. Era il 4 gennaio del 2015, alle ore 22,45 venne data la notizia del decesso all’ospedale Sant’Eugenio di Roma dello scugnizzo europeo che aveva conquistato il pubblico di tutto il mondo e i critici stessi, con quella disarmante poesia che aveva dentro e che lo accomunava ad un altro grande, suo caro amico, che ci ha lasciato pure presto: Massimo Troisi. Il popolo napoletano attonito, come del resto l’Italia intera, ha pianto per la morte di quello che davvero è stato uno dei nostri migliori cantautori. Non è retorica e le canzoni di Pino Daniele ne sono la prova.

 

La sua gente, quella Napoli di «mille colori» non poteva dimenticare il suo poeta, così a quasi un lustro di distanza dalla morte, gli rende omaggio questa sera con un evento, che più che un concerto tributo è un flash mob. Alle 21,30, sul meraviglioso Lungomare Caracciolo si terrà lo show “Pino Daniele, I still love you”. Il titolo dice già tutto. Il giovane musicista Vincenzo Danise rimetterà il suo pianoforte sul lungomare appunto per un’esibizione improvvisata, in cui ogni passante è chiamato ad aggiungere la propria voce, blues, l’affetto verso Pino Daniele. L’evento si terrà in Via Partenope, di fronte all’entrata della facoltà federiciana di Economia e Commercio. A chi volesse partecipare ricordiamo che l’ingresso è gratuito.

Nel corso della serata verranno interpretati una quartina di pezzi dell’uomo in blues: da Quandoa Un angelo vero, da Mal di te a Qualcosa arriverà, da Terra miaa Napule è. E ancora canzoni bellissime come Sara, Allora sì, Tutta n’ata storiaNotte che se ne va, Che soddisfazione , Nun me scuccià, Quanno chiove, Je so’ pazzo, Amico mio, Ammore scombinato, Cammina cammina, Anima, Invece no, Anna verrà, Pace e serenità, e Stella nera. In ricordo del cantante è nata anche una associazione chiamata Pino Daniele Trust Onlus, ente no profit per le iniziative culturali e musicali in suo nome, che ha l’intento di valorizzare il grande patrimonio artistico e umano che ci ha lasciato il grande artista napoletano.

leggi anche l’articolo —> Elisa “Se piovesse il tuo nome”: prima in classifica, le date del tour

 

Meteo prossime ore: neve al Centrosud, dove e quanta

Il Santo del giorno 5 gennaio: San Giovanni Nepomuceno Neumann