in ,

Pino Maniaci Telejato: “Renzi è uno str…, lo confermo. Operazione maligna su di me”

Pino Maniaci direttore di Telejato è intervenuto ai microfoni di Radio Cusano Campus in merito alle intercettazioni che lo vedrebbero implicato in una storia di estorsioni. “L’interrogatorio non è stato secretato, posso parlarne a ruota libera –ha affermato ManiaciAbbiamo chiarito, ho risposto a tutte le domande del giudice. Ho chiarito la mia posizione, non c’è stata alcuna estorsione. Si tratta solo di alcune supposizioni da parte degli inquirenti. Non c’è alcuna intercettazione in cui chiedo soldi a qualcuno. Le somme ricevute sono il dovuto di una pubblicità messa in onda su Telejato del negozio della moglie del sindaco di Borgetto, prima di diventare sindaco. Per quanto riguarda Partinico sono somme per una persona in difficoltà. Ho dato mandato ai miei legali di denunciare i sindaci per calunnia“.

Il direttore di Telejato è sicuro della sua innocenza e della mistificazione in atto, dichiarando “E’ un’operazione mediatica, per gettare fango sulla mia persona e fermare le inchieste che stiamo facendo“. Parole al vetriolo dopo che nei giorni scorsi Pino Maniaci è stato interrogato in merito ad alcune dichiarazioni fatte durante telefonate private. Telejato è stata a lungo considerata l’emittente principe nella lotta alla mafia, ed il suo direttore negli anni passati sarebbe stato perfino minacciato dall’organizzazione. Qualche giorno fa la svolta, alcune intercettazioni telefoniche sono state rilasciate e mandata in onda in tutti i principali Tg italiani.

Ma Pino Maniaci non ci sta a passare dalla parte dell’accusato. Infatti il Direttore risponde perfino al Premier “Per me Renzi è uno str…, lo confermo – continuando poi a parlare della tempesta che gli si è abbattuta ha dichiarato – Sono molto amareggiato e molto stupito da quello che è stato l’impatto mediatico studiato a tavolino per farmi passare per delinquente. Questo dovrebbe far riflettere. Sono già stato mediaticamente processato e condannato. Ho dovuto abbandonare i telefoni su ordine dei miei avvocati, per rimanere sereno prima dell’interrogatorio con i magistrati. Da oggi in poi risponderò a tutti e darò a tutti i chiarimenti. Le persone sono rimaste deluse dal messaggio mediatico che i giornali hanno fatto passare. Ai ragazzi dico solo che non li ho mai delusi“.

Disoccupazione a Milano

Disoccupazione a Milano: arriva ‘Standupificio’, un progetto per rialzarsi

massimo bossetti motivazioni sentenza appello

Caso Yara: il legale di Massimo Bossetti “hanno fatto uno scempio della famiglia del mio assistito”