in

Pippo Baudo vs talent show: Illudono e fanno ammiccare in modo disgustoso dei bambini

Superospite al “Festival della Tv e dei Nuovi Media” di Dogliani, Pippo Baudo non ha perso occasione per dire la sua sulla moda televisiva del momento, i talent show. A detta del conduttore, tale format non farebbe che creare “illusioni nelle famiglie italiane”, spesso costrette a spendere interi patrimoni per far arrivare il proprio figlio in televisione. Per il grande conduttore, che della televisione ha fatto il suo mestiere da ormai 50 anni, la teoria è abbastanza semplice: conquistato il successo, “un vero talento, per essere tale, deve durare almeno cinque o sei anni”.

Pippo Baudo

Eppure sarebbe proprio il talento “a lungo termine” ciò che secondo Baudo mancherebbe oggi alla tv italiana. Dopotutto, si tratterebbe di una semplice questione di numeri: “Siamo un Paese piccolo, non si possono sfornare centinaia di talenti“, ha infatti ironizzato il conduttore. Ma non è tutto: Pippo Baudo ha infatti preso la palla al balzo per dire il suo “basta” anche ai format televisivi esteri e soprattutto alla cucina in tv

Non ne posso più di gente che cucina, che mangia, che vince un sacco di soldi solo per un colpo di fortuna, bambini che cantano come allo Zecchino d’Oro ma con testi d’amore e ammiccamenti disgustosi”- ha commentato il noto conduttore. Come si suol dire, “i gusti non si discutono”, ma forse per il Baudo nazionale sarebbe ora di ammettere a sé stesso che la televisione di Carosello, Canzonissima  e Fantastico, è ormai soltanto un lontano ricordo, difficile da replicare…

photo credit: SinixLab via photopin cc

Provenza Knightely

Keira Knightley sposa romantica in Provenza: look perfetto

Occhiali Gucci Estate 2013: ecco i nuovi vintage “Bamboo”