in ,

Pisa, attore strangolato sul set: Raphael Schumacher non ce l’ha fatta

È stata dichiarata la morte cerebrale dell’attore 27enne originario di Como, rimasto strangolato sabato scorso, mentre inscenava un’impiccagione sul set, al teatro Lux di PisaRaphael Schumacher non ce l’ha fatta: la procedura di accertamento di morte cerebrale per l’attore iniziata ieri 4 febbraio, alle 14.15, si è conclusa alle 20.15.

Le condizioni dell’artista lombardo si erano già irrimediabilmente aggravate due giorni fa, e ieri il tragico epilogo. La famiglia di Raphael ha dato l’autorizzazione alla donazione degli organi: “Sia la famiglia che la procura della repubblica” – ha fatto sapere in un comunicato l’Azienda ospedaliera pisana nella tarda serata di ieri- “hanno autorizzato la donazione degli organi ma la loro effettiva prelevabilità sarà oggetto di valutazione clinica che andrà avanti nel corso della notte”.

Intanto le indagini per fare chiarezza sull’accaduto vanno avanti. Cambia il capo di imputazione: l’inchiesta a carico di ignoti per lesioni gravissime si trasformerà ora in omicidio colposo. L’ipotesi investigativa più accreditata è al momento quella della tragica fatalità, benché rimanga in piedi anche quella del suicidio, che tuttavia familiari e amici stretti del giovane attore negano con forza.

Foto da Facebook

marco vannini cassazione

Quarto Grado stasera anticipazioni: da Isabella Noventa a Marco Vannini news

Bari Novara probabili formazioni

Serie B, Camplone su Bari – Crotone: ‘Dobbiamo battere i calabresi’