in

Pisa incendio Monte Serra ultime news: cosa sta succedendo

È ancora critica la situazione sul Monte Serra, a Vicopisano, in provincia di Pisa, dove a causa dell’imprudenza di un anziano si è sviluppato un incendio dalle dimensioni immani che ha mandato in fumo 180 ettari di bosco. Il rogo, divampato nella giornata di ieri, lunedì 25 febbraio, è stato alimentato dal forte vento interessando due ampi fronti: uno sul versante di Vicopisano, l’altro su quello di Buti. Le autorità hanno subito disposto la chiusura delle scuole di ogni ordine e grado per oggi, martedì 26 febbraio 2019, “per salvaguardare l’incolumità dei cittadini residenti nelle zone interessate dall’incendio e per agevolare il passaggio dei mezzi antincendio e di soccorso”, impegnati fin dal mattino di ieri con centinaia di uomini.

Incendio Monte Serra, l’anziano: “Maledetto me”

Decine di squadre di soccorso sono subito state messe a disposizione oltre che per sedare il rogo sul Monte Serra, anche a supporto della popolazione: vigili del fuoco, volontari delle associazioni dell’antincendio boschivo, operai forestali e forze dell’ordine lavorano ininterrottamente per riportare la situazione alla normalità. Molte strade in prossimità delle aree interessate sono state chiuse al traffico per non intralciare i soccorsi. Dal canto suo, Mario Abbondanza, l’80enne che voleva bruciare rovi e sterpaglie nel podere da cui è partito l’incendio, chiede scusa e si giustifica così: “Erano più di due anni che volevo bruciare quei rovi, maledetto me. Stamani, giuro, non c’era vento. Ho controllato alle 7 e alle 8, poi intorno alle 9,15 ho appiccato le fiamme, avevo anche circoscritto per bene l’area per non rischiare”.

Toscana, situazione critica: in fiamme anche altri boschi

L’anziano proprietario del podere ‘scintilla’ che ha scatenato l’incendio a Vicopisano, ha poi continuato: “Il vento ha portato il fuoco in giro per il Monte. Non potevo certo immaginarmi che sarebbe successo tutto questo. Maledetto me. E la sfortuna”. Un altro incendio si è sviluppato, sempre nella serata di ieri, a Santa Maria a Monte, nel Pisano, dando luogo ad un rogo piuttosto vasto, ben visibile a chilometri di distanza. Non è certo che si tratti di un evento collegato all’incendio principale. Sempre in Toscana le fiamme hanno colpito anche la Garfagnana, in provincia di Lucca, dove oltre cento ettari di bosco sono stati interessati da un incendio che ha impegnato a lungo vigili del fuoco, volontari e operai forestali della Regione.

Leggi anche —> Trento caso pedofilia, 40enne filmava le bambine nei parchi e nei bagni: nel suo pc video orribili

Il santo del giorno 26 febbraio: Santa Paula Montal Fornès

Swarovski offerte di lavoro: nuove assunzioni in Italia, posizioni aperte, requisiti, come candidarsi