in ,

Pisa, tenta di uccidere il figlio di 9 anni e poi si toglie la vita: il bambino scappa e si salva

Pisa ultim’ora: un 43enne originario della provincia di Firenze ha tentato di uccidere il figlio di 9 anni e poi si è suicidato. Le forze dell’ordine lo hanno trovato senza vita dentro la sua auto. Fortunatamente il bambino è salvo.

La tragedia familiare si è consumata a Montecatini Val di Cecina, nel Volterrano (Pisa), dove secondo quanto ricostruito dai carabinieri  l’uomo, per tentare l’omicidio-suicidio, avrebbe usato una bombola di gas, trovata dai militari nell’abitacolo della vettura. Il bambino di 9 anni, si è appreso, prima che il gas gli facesse perdere i sensi sarebbe riuscito ad uscire dall’auto e mettersi in salvo. Sul posto sono intervenuti carabinieri, vigili del fuoco e soccorritori del 118.

Da una lettera che l’uomo ha lasciato, i carabinieri sono riusciti a ricostruire parzialmente l’antefatto; il suicida nel messaggio ha spiegato le ragioni del folle gesto: l’uomo aveva rapito il figlio all’uscita dalla scuola, e anziché consegnarlo alla madre, dalla quale è separato, come da accordi, lo ha tenuto con sé, decidendo di farla finita dopo aver girovagato per ore in auto. Nella lettera l’uomo ha confessato di non aver accettato che il figlio dopo la separazione dalla moglie avvenuta nel 2012, fosse stato affidato in via esclusiva alla madre.

20enne ucciso a sprangate

Alatri, fidanzata Emanuele Morganti si mostra in volto e racconta il pestaggio: la disperazione di Ketty (FOTO)

Morbillo pressin sui medici, troppi pazienti non protetti, piano del ministero

Morbillo, 1000 casi in tre mesi, pressing sui medici: ‘Troppi pazienti non protetti’