in

Platinette: «Ho avuto una storia con un giornalista di Torino, un pezzo grosso della Stampa!»

«Più uomo o donna?», il siparietto a sfondo sessuale ad Amici Celebrities, andato in onda sabato scorso, che ha visto protagoniste Ornella Vanoni e Platinette, continua a far discutere e soprattutto a suscitare curiosità. Del suo privato Mauro Coruzzi, in arte Platinette, si è trovato a parlare qualche giorno fa a cuore in un’intervista al settimanale “Diva e Donna”. Una chiacchierata riportata in parte da “Il Fatto quotidiano” e “Dagospia”.

Platinette: «Ho avuto una storia con un giornalista di Torino, un pezzo grosso della Stampa!»

«Ho avuto una storia con un giornalista di Torino, un pezzo grosso della Stampa che firmava con tanto di foto. Ha sposato una mia amica, anche lei cicciona. Non ho una storia da anni. Non amo la vita in comune. Le nozze dello stesso sesso mi fanno senso, mi sembrano una triste parodia delle coppie etero. Il mio vuoto è l’occasione per generare creatività. Creare oggi è la mia compagnia. Questo certo non favorisce i rapporti, allontana gli intenzionati. Ma poi, dimmi, a chi cavolo posso piacere oggi? Solo a degli psicopatici!», ha confidato Platinette, personaggio tv lanciato da Maurizio Costanzo negli anni ’90. L’esperienza ad Amici Celebrities, versione vip del noto talent, la entusiasma molto: «Con Maria, come con Maurizio, vado a ruota libera. Loro due hanno una meravigliosa assenza di pregiudizi. Mi sento libero di non mentire, di essere me stesso fino in fondo. E poi, la musica per me è ossigeno puro!». 

«Rimase incinta di me. Eravamo due ragazzini. Un dramma…»

«L’ultima persona con cui sono stato è un chirurgo estetico di Parma. Un pezzo d’uomo di 2 metri. Aveva una doppia vita. La famiglia a casa e con me a Courmayeur in hotel lussuosi. Io, signora borghese anni ’70, con il set di perle. Gli piacevano i ciccioni. Sposò una nefrologa più grassa di me. È diventato lui stesso più grasso di me!», ha detto con la sua solita ironia Platinette, che poi ha confidato un episodio legato alla sua giovinezza:  «Ho avuto in tutto un paio di fidanzatine scolastiche. L’ultima è un ex tecnico di radiologia da poco in pensione. Rimase incinta di me. Eravamo due ragazzini. Un dramma. Non c’era ancora la legge sull’aborto. Mi rivolsi alla radicale Adele Faccio, che ci salvò. Ci suggerì una clinica a Firenze. Era l’anno della maturità. A seguire, lei cominciò ad avanzare pretese di coppia!». 

leggi anche l’articolo —> Platinette malattia: «L’ultimo anno è stato difficile, non volevo essere visto da nessuno»

 

Seguici sul nostro canale Telegram

Emma-Marrone malattia

Emma Marrone malattia: prima foto dopo l’intervento e non è da sola

“Vieni da me”, Valeria Marini si racconta: «Non dovevo farlo ed ho chiesto scusa»