in ,

Pollo fritto del fast food KFC: il calvario che subiscono i volatili prima di arrivare sul piatto

Il pollo fritto del fast food KFC è sano? Come diventano pollo fritto i volatili del Kentucky Fried Chicken? Un filmato della Bbc, che è stato mandato in onda per la prima volta il 17 marzo, ha mostrato il calvario che subiscono i polli prima di arrivare sul piatto di chi li vuole mangiare. Prima di arrivare alla friggitrice del KFC, come hanno dimostrato le immagini del filmato, i polli sono costretti a vivere solamente 35 giorni. Che cosa avviene ai volatili del fast food?

Negli allevamenti del KFC vivono circa 34mila polli, costretti a condurre un’esistenza di solamente 35 giorni, all’interno di una gabbia, tra escrementi e segatura. Alcuni attivisti animalisti, dopo aver visto le immagini riportate dal servizio, si sono subito indignati, uno tra questi, Andrew Tyler, direttore di Animal Aid, ha dichiarato al Daily Mail: “Questi uccelli hanno un’esistenza senza significato. Sopportano un’esistenza misera in giganteschi capannoni puzzolenti senza finestre. Molti di loro muoiono di fame o per disidratazione. Ogni anno l’Inghilterra cresce circa 900 millioni di questi uccelli e 30 milioni di loro sono costretti a morire nelle fattorie”. Dall’altra parte, però, la KFC ha risposto. Ecco le loro parole.

Un fornitore della KFC, parlando dei polli, ha detto: “Non devono far altro che mangiare e bere. Non mi dispiacerebbe essere un pollo e vivere qui. Vogliamo mantenere l’ambiente il più asciutto possibile, come si può vedere sono sani e in buona salute. Per me non c’è niente di meglio che stare seduti in un allevamento di polli e controllarli. Probabilmente hanno una vita breve, ma è comunque buona”.

Eco-sostenibile, equo-solidale e biologico. In tre parole: fa’ la cosa giusta

fiera lavoro Adnkronos 2015

Adnkronos lavora con noi 2015: offerte nel commerciale a Milano e a Roma