in

Pomeriggio 5, anticipazioni 14 gennaio: Modà, la confessione shock dell’ex fonico malato di pedofilia e i dubbi sulla morte di Yara

Nuovo giorno, nuova puntata di Pomeriggio 5, in onda su canale 5 alle 17. In attesa di scoprire chi saranno gli ospiti intervistati in collegamento e quelli presenti in studio, ci soffermiamo su quelli che presumibilmente potrebbero essere  i principali temi trattati nella diretta di oggi pomeriggio. Tre professori universitari, nominati periti, entreranno a far parte del pull difensivo di Veronica Panarello, madre del piccolo Andrea Loris Stival. Gli esperti lavoreranno duramente per dimostrare l’innocenza della donna, e non percepiranno alcun compenso. Il marò Massimiliano Latorre, reduce da un delicato intervento al cuore, rimarrà in Italia altri 3 mesi. Lo ha deciso la Corte Suprema di New Delhi, che  si è finalmente espressa in merito alla richiesta di proroga del permesso concesso al militare per venire a curarsi in Italia.

Ad Orvieto, una ragazza si è suicidata per una delusione d’amore. Il gesto estremo era stato annunciato su Facebook. Un’altro caso di morte prevista sui social. News emergono poi dal giallo della morte di Yara Gambirasio. Claudio Salvagni, avvocato di Massimo Giuseppe Bossetti, ha sollevato molti dubbi circa l’attendibilità della prova regina del Dna, questioni la cui confutabilità parrebbe più che possibile.  Su questo e molto altro si attendono gli agiornamenti.

Ma la notizia più clamorosa, riguarda l’ex fonico dei Modà, Paolo Bovi. Condannato il 10 ottobre scorso a 5 anni mezzo di carcere, con l’accusa di molestie sessuali nei confronti di 4 minorenni di età compresa tra i 14 e i 16 anni, l’uomo ha fatto una confessione shock ai genitori“Sono ammalato di pedofilia: l’ho capito quando per la prima volta alle superiori ho sentito quella parola e l’ho cercata sul vocabolario”.

Charlie Hedbo in edicola: già esaurite le 3 milioni di copie

lega e forza italia

Matteo Salvini Twitter: le dimissioni di Napolitano e #nonunaltrodisinistra