in

Pomeriggio 5, anticipazioni 29 ottobre: Elena Ceste, no al suicidio, morte del parroco orco a Trieste

Pomeriggio 5, ieri, ha regalato una puntata densa di contenuti e ricchi di esclusive. Dopo le clamorose novità degli ultimi tempi dei più eclatanti casi di cronaca italiana, ieri, nello studio di  Barbara d’Urso si è tornati a parlare di Diego Armando Maradona ed il suo carattere violento. Da giorni infatti si parla di un nuovo video choc che ritrae l’uomo in uno scatto d’ira mentre alza le mani alla compagna, accusata di disturbarlo mentre guarda la partita. Poi, si è cambiato argomento, passando al mistero delle lacrime di sangue della Madonna di Giampilieri, con il messaggio in diretta della veggente che ha fatto alcuni pronostici per il futuro.

Pomeriggio 5 Barbara d'Urso

Ancora cronaca con le ultime  notizie su Massimo Giuseppe Bossetti, il presunto assassino di Yara, che ieri ha festeggiato il suo 44esimo compleanno in carcere, dove gli è stato concesso di trascorrere un ora con la moglie ed i figli. Sempre nuovi aggiornamenti sono arrivati, poi, sul caso della morte di Elena Ceste, con le dichiarazioni choc di un volontario che ha rivelato di aver visto la foto di Elena su un sito di incontri.

Di questo, si continuerà, presumibilmente, a parlare anche oggi, insieme alle ultime indiscrezioni sulla morte della donna non riconducibile ad un suicidio secondo le ricostruzioni della celebre criminologa Roberta Bruzzone. E ancora, ci si aspettano gli ultimi aggiornamenti sulla strage della famiglia marocchina a Roma. Secondo quanto emerge dalle prime ricostruzioni, tutto sarebbe stato premeditato dalla mamma marocchina, presunta affiliata a qualche cellula jihadista dell’Isis; sull’inaspettata e violenta esplosione del razzo Nasa che ha provocato un morto e alcuni feriti gravi; sui baby bulli che lanciavano i sassi dalla stazione di Ciampino e sull’ultima recente storia di pedofilia in seno alla Chiesa, con il suicidio di un parroco orco a Trieste.

ultime notizie inter

Inter – Sampdoria ultimissime: Campagnaro non ce la fa

Radar app sventa suicidi

Radar, la app sventa suicidi: un tweet può salvarti la vita