in ,

Ponte 1 maggio 2015: cosa fare e cosa mangiare

Cosa si può fare per il ponte del 1 maggio 2015? Cosa si può mangiare? Ecco se non vi siete organizzati, se non avete avuto ancora la possibilità di raccogliere le idee e vi sta incominciando a salire un po’ d’ansia, anche perché venerdì si avvicina a passi da gigante, potete affidarvi agli itinerari del gusto di UrbanPost Cucina. Ebbene, per tutti quelli che non saranno a Milano per vedere l’Expo 2015, c’è qualcosa di buono in ogni città. Da Venezia a Napoli, da Milano a Perugia, passando per Roma. Cosa si mangia e cosa si fa nella Capitale? Nel giorno della Festa dei Lavoratori la tradizione regna sovrana e così come regola vuole ci si deve avventurare in divertenti scampagnate e romantici picnic con fave romanesche fresche e pecorino rigorosamente romano innaffiando tutto con dell’ottimo vino rosso.

Cosa offre la città di Roma e quali sagre ci sono nei dintorni? Fra legumi, insaccati e formaggi doc da Ariccia a Grottaferrata si può viaggiare fra un piatto e l’altro passando attraverso la sagra di Calendimaggio a Paganico Sabino. I picnic non sono, però, solo per i romani; anche i genovesi possono divertirsi a pranzare sui prati riparati dall’ombra di qualche albero dopo un bel giro nei Musei aperti straordinariamente per l’occasione. Cosa si può mangiare? Anche qui fave, affettati, soprattutto salame e  formaggi freschi, senza dimenticare le grigliate, le amatissime patatine e le tipiche focaccette da riempire con salame e formaggio.

Per il Ponte del 1 Maggio in Abruzzo, e più precisamente a Teramo e dintorni, invece, è bene non dimenticarsi delle Virtù. Il piatto forse importato dalla tradizione romana, ma ormai adottato dalla città abruzzese, è tipico delle feste contadine di Calendimaggio, del 1 Maggio, perché segna, come un vero e proprio spartiacque, la fine della stagione fredda e l’arrivo della stagione calda, la cui ricetta è tramandata di famiglia in famiglia e custodita gelosamente a seconda delle proprie varianti. Di cosa si tratta per l’esattezza? Di un minestrone con 50 ingredienti che esige una lunghissima preparazione in cui vengono mescolate insieme verdure novelle, erbe, legumi freschi e secchi e  poi aromi, carni miste di maiale, sugo di carne e spezie e diversi formati di pasta, un filo d’olio e pecorino a grattugia.

photo credit: Il Canestrato di Moliterno, ha raggiunto il suo traguardo. via photopin (license)

kate middleton parto

Kate Middleton e i look premaman più belli: è icona di stile come non mai

selvaggia lucarelli facebook

Selvaggia Lucarelli contro Silvia Sardone a Piazzapulita: Rom e Salvini