in

Ponte del 25 Aprile 2013: solo il 7,3% degli italiani in viaggio

Il ponte del 25 Aprile 2013 solo per pochi italiani sarà all’insegna della vacanza, lo sostiene Federalberghi dichiarando in un’indagine che solo il 7,3% di individui, una cifra che equivale a circa 4,35 milioni di persone, si potrà permettere almeno un pernottamento nei luoghi di villeggiatura. Il dato indica una forte contrazione rispetto al 2012 di circa l’11,3% e ciò significa che 56 milioni di italiani rimarranno a casa.

Traffico Ponte 25 Aprile 2013 in calo

L’indagine è stata realizzata dall’istituto ACS Marketing Solutions secondo quanto ci fa sapere il Presidente di Federalberghi, Bernabo’ Bocca. Il 92% di coloro che partiranno, una cifra equivalente a 4 milioni di persone, ha scelto come meta principale l’Italia, mentre solo un 6,4%, circa 280 mila persone, si recherà all’estero e che preferisce le maggiori capitali europee.

Per chi resterà sul territorio italiano le mete più gettonate sono le località di mare e di montagna, le terme e le località lacuali dei grandi laghi italiani. La spesa media pro-capite calcolata dall’istituto, che comprende trasporto, cibo, alloggio e divertimenti, si aggira intorno ai 328 euro per chi ha deciso di restare in Italia e di 468 euro per chi andrà all’estero, per un giro d’affari stimato intorno agli 1,4 miliardi di euro. Bernabò Bocca commenta negativamente i dati sottolineando l’impossibilità da parte delle imprese del settore di sopravvivere con i continui cali di richieste.

Written by mbarbie1970

42 anni, Contabile d'Azienda, convivente, un figlio, dal 1990 nel settore commercio; dal 1995 settore industriale; freelance publishing, gestore ed amministratore del sito notiziemercatimondiali.com.
Appassionato esperto di borse e mercati finanziari, azioni, opzioni e futures.

Borussia Dortmund-Real Madrid: ultimissime news e probabili formazioni

Emma Marrone Amici 2013

Anticipazioni Amici 2013: l’ira funesta di Emma Marrone e le “coccole” di Al Pacino