in

Portatili economici? Ci pensa Raspberry Pi Zero, costa solo 5 dollari

Raspberry Pi ha rilasciato un nuovo dispositivo, una versione ancora più conveniente del computer ‘Made in UK‘ più venduto in Inghilterra e mai realizzato prima d’ora.

Raspberry Pi Zero è grande solo 3 centimetri di larghezza, ma al suo interno dispone di tutto ciò che è necessario all’interno di un computer vero e proprio. La sua dimensione ridotta è comparabile al suo prezzo, che ammonta a 4 sterline nel Regno Unito e a 5 dollari negli Stati Uniti. Dati i costi, in Inghilterra, è stato reso disponibile con l’acquisto della rivista MagPi al costo irrisorio di 5,99 sterline. Normalmente un computer Raspberry Pi ha un costo che varia dai 20 ai 35 dollari.
Già da inizio anno la società stava lavorando per creare una versione ancora più conveniente da lanciare a breve sul mercato. “Incontriamo ancora persone per le quali il costo rimane una barriera per l’acquisto“, ha dichiarato Eben Upton, CEO di Raspberry Pi.
Il nuovo dispositivo include molte delle componenti che consentono di eseguire senza problemi anche programmi avanzati: al suo interno è possibile contare 512 MB di RAM, un processore da 1 GHz, porte per il collegamento al televisore, una scheda di memoria e uno slot USB.

Nei mesi scorsi la società ha gradualmente lavorato per il miglioramento dei computer di piccole dimensioni. Tra i prototipi è stato realizzato anche un nuovo modello rilasciato all’inizio del 2015 che vanta anch’esso un ottimo rapporto qualità-prezzo-potenza. Quest’ultima, rispetto alle versione precedenti, è infatti stata aumentata di ben sei volte.
Sempre all’inizio di quest’anno, è  stato scoperto inoltre che uno dei modelli ideati da Raspberry Pi ha la capacità di ripristinarsi completamente se colpito da un flash della fotocamera. Non male per un computer così minuscolo, vero?

Photo Credit: 

belen-rodriguez 744x445

Belen Rodriguez protegge la privacy di Santiago: “Non lo mostro più perché è pericoloso”

etichette ingredienti

Come leggere le etichette degli alimenti: guida pratica