in ,

Positano no Tasi: il sindaco abolisce tassa su case, negozi e alberghi

Rivoluzione e provocazione a Positano, dove il sindaco Michele De Lucia ha deciso di abolire la Tasi, la tanto vituperata tassa sui ‘servizi indivisibili’ che opprime gli italiani. “La nostra giunta ha deciso di abolire la Tasi, in parole povere la tassa sulla prima casa” – ha detto il primo cittadino della rinomata meta turistica della Costiera amalfitana – “affinché il Governo smetta di delegare ai Comuni un trasferimento di cui dovrebbe farsi carico direttamente“.sindaco De Lucia abolisce Tasi

De Lucia, imprenditore eletto nelle liste del Pdl, ha assunto una presa di posizione netta ed inequivocabile, volta a ‘demolire’ con i fatti concreti la “politica renziana degli annunci”. Positano diventa quindi un piccolo paradiso fiscale in Italia, dove non si pagheranno più tasse su prima e seconda casa, negozi e alberghi. De Lucia si schiera contro l’ennesimo ‘balzello’ – insieme a Tari e Imu –  deciso dal Governo “che vuole scaricare ogni responsabilità sugli amministratori locali, mettendo le mani nelle tasche dei cittadini attraverso questa nuova imposta”.

E a chi gli chiede in quale modo coprirà l’ammanco di circa 350mila euro nelle casse del comune, De Lucia rassicura: “Stiamo studiando dei sistemi per ovviare alla mancanza del gettito … ma non ci rifaremo sul turismo, che coccoliamo tanto quanto i nostri residenti”. Il primo cittadino di Positano si schiera a favore dei cittadini italiani, vessati – a suo dire – da imposte arbitrarie che violano un bene sacro e intoccabile come la prima casa.

madia statali stipendi bloccati

Statali, stipendi bloccati anche nel 2015

UeD Troni vuoti

Anticipazioni Uomini e Donne, Trono Misto: ecco i protagonisti