in ,

Potenza, minorenni adescati sui social network: tre arrestati, tra cui un prete

Tre persone, tra cui un prete, sono agli arresti domiciliari con l’accusa di adescamento, per un’indagine condotta dalla  Procura della Repubblica di Potenza. I tre adescavano minorenni tramite i social network, per poi richiedere loro rapporti intimi a pagamento. Il sacerdote arrestato è don Antonio Calderaro, parroco della chiesa di San Giuseppe a Rivello (PZ).

Il gip di Potenza ha  inoltre emesso sulla base della stessa accusa per altre cinque persone un provvedimento di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria, facendo sapere che gli indagati sono residenti in località sparse per tutto il territorio nazionale.

Al principio dell’indagine, iniziata nel 2013 a Nova Siri (Matera), la denuncia della sorella maggiore di un ragazzino, che lamentava alcuni appuntamenti presi dal fratello con adulti conosciuti su internet. Il ragazzino, con l’ausilio di una psicologa infantile, ha raccontato agli inquirenti di aver conosciuto persone tramite i social network e di esser stato pagato per consumare delle prestazioni sessuali.

 

Fonte immagine: Shutterstock

start up 1000 italy app

Start Up: nuova versione di 1000 Italy, l’app per il turismo in Italia

Aggressione omofoba a Rovigo

Aggressione omofoba a Rovigo: ‘palestrato’ spacca bicchiere in faccia a ragazzo gay