in ,

Prandelli dimissioni, la verità dell’ex tecnico del Valencia: “Avevo Zaza poi sono cambiati i piani”

Come un fulmine a ciel sereno sono arrivate le dimissioni di Cesare Prandelli, da ieri ex tecnico del Valencia. L’avventura in Spagna era partita bene per l’ex ct della nazionale italiana, ma poi i problemi sono aumentati, la rosa era troppo debole, servivano rinforzi, ma la situazione economica del club risultava poco agiata. Oggi Prandelli ha così commentato le sue dimissioni: “Sono emozionato perché finisce un sogno. Sono davvero triste. Zaza mi ha detto che sarebbe venuto al 100%. Il 27 era fatta. Il presidente poi mi ha detto che il progetto iniziale dell’acquisto di quattro giocatori era stato ridotto ad uno e che il 29 avremmo dovuto decidere. Ho detto che se questa era la posizione del club, avrei rotto il contratto.”

L’allenatore era riuscito ad ottenere il sì di Simone Zaza, ex attaccante della Juventus attualmente in forza al West Ham, ma poi i piani societari sono cambiati, gli acquisti da quattro sono passati ad un solo e Prandelli ha deciso di abbandonare il club, che adesso è alla ricerca di un nuovo allenatore. Il favorito resta Gary Neville, che ha allenato il Valencia prima dell’arrivo di Prandelli. L’ex calciatore del Manchester United potrebbe tornare in panchina, allenando il club spagnolo fino alla fine della stagione.

Sarà un Capodanno amaro per i tifosi del Valencia, terzultimi in classifica, senza allenatore, ma soprattutto con seri problemi societari. Il 2017 sarà un anno davvero difficile per il club spagnolo.

Seguici sul nostro canale Telegram

Bonus cultura 500 euro rivenduti in rete

Bonus cultura 500 euro 2017: rivenduti in rete a metà prezzo

Gigi D'Alessio figlio: Claudio D'Alessio

Gigi D’Alessio figlio: chi è Claudio D’Alessio, l’ex di Nicole Minetti