in

Pranzo di Natale 2014: le migliori ricette della Campania

Stanchi di riproporre i piatti tipici della vostra regione in occasione del pranzo di Natale? Se non vi dispiacerebbe appellarvi alla tradizione della Campania – che, in quanto a gastronomia, sicuramente ha da insegnare a molti! – eccovi accontentati.

Dopo una Vigilia di Natale a base di pesce, ecco a seguire un pranzo altrettanto luculliano che vede trionfare in tavola carne e verdure. Dopo un generoso piatto di minestra maritata (a base di verdure e carne, tra cui gallina, cotiche di maiale e manzo) si può proseguire con una porzione di tagliatelle all’uovo rigorosamente tirate a mano o di maccheroni conditi con ragù napoletano. Come secondo, si può scegliere tra gallina in brodo, carne al ragù, cappone ripieno o tacchina con contorno di patate novelle o broccoli con aglio e peperoncino.

Ricchissima è l’offerta dolciaria: dagli struffoli, dolci tipici a base di miele e confetti colorati dalla tipica forma sferica, ai mostaccioli a forma romboidale ricoperti di glassa al cioccolato, fino ad arrivare ai roccocò a forma di conchiglia e ai “divinamore” a base di pan di Spagna.

Siete curiosi di conoscere le tradizioni gastronomiche di altre regioni? Cliccate qui per scoprire le ricette emiliano-romagnole del periodo natalizio e quelle del Veneto. Sempre su UrbanPost trovate i consigli per un menù della Vigilia a base di carne.

(immagine tratta da Wikipedia)

Anna Falchi calendario con Matteo Salvini

Matteo Salvini, la ‘proposta indecente’ di Anna Falchi: “Facciamo un calendario senza veli?”

finale x factor 8

X Factor 8: Simona Ventura fa il tifo per Fedez