in ,

Prato, proposta alternativa del M5S a cremazione: liofilizzare i cadaveri

A Prato il Movimento 5 Stelle fa una proposta alternativa al forno crematorio, in seno al progetto del Comune che prevede la sua costruzione nel cimitero di Chiesanuova e di cui si sta parlando già da un po’ di anni. Già nel giugno 2012 i grillini si erano riuniti per elaborare la loro proposta alternativa in merito, giudicata meno inquinante della cremazione e sicuramente meno costosa: la liofilizzazione dei cadaveri. Il Movimento chiede quindi a gran voce che la soluzione proposta sia vagliata attentamente dall’amministrazione comunale.Progetto parco cimiteriale Chiesanuova

Si tratta di un sistema innovativo, spiega Silvia Serpa (M5S di Prato): “Il sistema è semplicissimo, non produce assolutamente diossina, non produce inquinamento e inoltre anche i metalli come il mercurio che con la cremazione vengono sparsi per l’aria, con il sistema della liofilizzazione vengono invece esclusi da questo processo. Alla fine il prodotto che ne viene fuori è biologico, un compost che darà vita, darà energia eventualmente a una pianta … “.

Alcuni giorni fa l’amministrazione comunale ha esaminato i 41 elaborati pervenuti da tutta Italia per la partecipazione ai lavori di realizzazione del succitato parco cimiteriale con annesso formo crematorio, ma l’istanza grillina non demorde e continua a chiedere di avere voce in capitolo. Queste le parole di Gianna Mannelli (M5S di Prato): “Il forno crematorio inquina tantissimo, anche se dicono che sarà di nuova generazione etc etc … per rimanere nei limiti dovrebbe essere cremata una sola persona al giorno, qui a Prato si parla di farne una ogni ora. Quindi noi, insieme a tutti i comitati della zona del cimitero di Chiesanuova, ci siamo attivati e si è già raccolto un sacco di firme, anche quelle di chi si era precedentemente espresso a favore della cremazione …”. 

David Cameron al centro

David Cameron trascorrerà le vacanze pasquali a Lanzarote

tv talk anticipazioni

Tv Talk anticipazioni puntata sabato 12 aprile: da Report a Vladimir Luxuria e da Gabriel Garko a Belen Rodriguez