in

Predire l’Alzheimer con un esame del sangue

Entro due anni verrà commercializzato un esame del sangue, formato da un set di proteine, capace di prevedere con un’accuratezza dell’87% e un anticipo di 12 mesi l’insorgenza dell’Alzheimer. Il suo costo potrà variare da 100 a 300 sterline (da 150 a 430 euro). Gli scienziati del King’s College di Londra, in collaborazione con la società Proteome Sciences, dopo dieci anni di ricerche hanno pubblicato l’esito nella nota rivista “Alzheimer’s & Dementia journal”.

prelievo sangue alzheimer

Gli scienziati hanno analizzato inizialmente 26 proteine e a seguito di un prelievo di sangue su un campione di 1148 persone, tra le quali 476 ammalati di Alzheimer, 220 persone con un declino cognitivo lieve e 452 individui anziani sono riusciti a scartarne 10. 16 delle 26 proteine inizialmente analizzate erano presenti sia negli individui ammalati che in quelli che manifestavano un danneggiamento delle capacità mnemoniche e cognitive. Dopo aver effettuato un ulteriore esame sono rimaste poi 10 proteine che avrebbero potuto predire all’87% dei casi l’insorgenza dell’Alzehimer entro un anno.

Il professor Simon Lovestone del King’s College spiega: “L’Alzheimer inizia a erodere il cervello e a esercitare i suoi devastanti effetti anni prima che il paziente venga diagnosticato e molti test farmaceutici falliscono proprio perché nel momento in cui il paziente inizia ad assumere il farmaco il cervello è ormai già compromesso. Il timore è quello di dare una diagnosi di Alzheimer a persone che invece sono perfettamente sane e che per sfortuna rientrano nel margine di errore di questi esami: si causerebbe un carico di ansia e depressione ingiustificata.”

Valerio Scanu Amici 2009

Valerio Scanu prende di mira Andrea Dianetti, l’attore doppiato in uno spot

pietà