in

Premio Nobel 2014 per la letteratura: chi vincerà? Tra i favoriti anche Umberto Eco e Dacia Mariani

I bookmaker inglesi stanno raccogliendo le scommesse sui nomi dei grandi scrittori mondiali a cui l‘Accademia Svedese, nella prima metà di ottobre, in una data ancora da definire, assegnerà il prestigioso premio Nobel. Nella classifica dei favoriti gli italiani più quotati risultano essere Umberto Eco e Dacia Maraini. La quotazione è di 33 a 1, per cui, nel caso di vittoria di Eco o Maraini, lo scommettitore guadagnerebbe 33 volte la cifra puntata. Quindi secondo la logica dei bookmaker, le probabilità di portare il Premio in Italia sarebbero molto basse, poiché più la quotazione si avvicina al pareggio maggiori sono le probabilità di vittoria.

Mukarami Haruki favotito per il premio Nobele 2014 per la letteratura

Lo scrittore statunitense Philip Roth, perennemente candidato al Nobel ha annunciato nel 2012 di voler andare in pensione, decidendo di fatto di non scrivere più. L’autore della Pastorale americana è dato: 16 a 1.

Occupa la stessa posizione in classifica, Milan Kundera, lo scrittore di L’insostenibile leggerezza dell’essere, è cittadino francese ormai da molti anni, pur essendo nato a Brno, ora Repubblica Ceca. I suoi ultimi romanzi sono in lingua francese.

Nella stessa posizione con Roth e Kundera si classifica anche il poeta siriano Adonis. Il suo nome in realtà è Ali Ahmad Sa’id, ma fin da ragazzo ha preferito firmarsi con il nome greco-fenicio del dio Adone, per richiamare un’identità pre-islamica della sua scrittura . Scrive in lingua araba e vive in esilio dal 1980 in Francia. Le sue opere più conosciute sono Ecco il mio nome e Memoria del Vento.

Risalendo posizioni troviamo la scrittrice americana Joyce Carole Oates, ripetutamente candidata al Nobel, con la sua vastissima bibliografia di romanzi. Nel 2014 Mondadori ha pubblicato in Italia le traduzioni di due sue opere:  La donna del fango e Ragazza nera ragazza bianca. La sua quotazione è 12 a 1.

La stessa quotazione è data per il drammaturgo norvegese Jon Fosse, geniale romanziere ed autore teatrale, ritenuto da molti l‘Ibsen contemporaneo. Anche se l’accostamento non gli porterebbe fortuna perché Ibsen il Nobel non lo vinse mai. Fandango ha pubblicato in Italia i suoi romanzi Melancolia e Insonni.

La saggista e giornalista bielorussa, Svetlana Alexievich è quotata 10 a1. Esule dal 2000, nelle sue opere ha raccontato le storie tragiche del regime sovietico e del suo sbriciolamento: la guerra in Afghanistan in Ragazzi di zinco, il crollo del comunismo in Incantati dalla morte, Preghiera per Cernobyl sul suo disastro ambientale e la nascita della nuova Russia in Tempo di seconda mano.

Ex aequo con l’Alexievich si posiziona Assia Djebar, magari non molto conosciuta in Italia, però forse la più nota scrittrice araba contemporanea. Algerina e paladina dei diritti delle donne nei paesi islamici scrive in lingua francese. In Italia, Giunti ha pubblicato i suoi: Donne d’Algeri nei loro appartamenti, Nel cuore della notte algerina e Lontano da Medina.

Con la quotazione di 6 a 1 si colloca al secondo in questa graduatoria il keniota Ngugi Wa Thiong’o, romanziere, poeta e autore di testi teatrali. Ha iniziato scrivendo in inglese, ma la maggior parte delle sue opere sono nelle due lingue del Kenia: gikuyu o swahili. Fin ora l’Africa nera solo in un’occasione ha conquistato il prestigioso riconoscimento, con il drammaturgo nigeriano Wole Soyinka, nel 1986. Jaca Book ha pubblicato in Italia i suoi: Sogni in tempo di guerra, Un chicco di grano e  Petali di sangue.

Il favorito al premio Nobel 2014 pe la letteratura, con la quotazione di 5 a 1, è nuovamente il romanziere, traduttore e saggista giapponese Murakami Haruki che fa i debiti scongiuri visto che i favori del pronostico, in precedenza, non gli hanno portato fortuna. Autore di svariati volumi solo per citarne alcuni: 1Q84,  A sud del confine a ovest del sole. Forse è il suo anno?

Nata e cresciuta in Sicilia. Studi classici e giuridici, lettrice appassionata di poesie e letteratura. Convinta sostenitrice che esiste una seconda possibilità in ogni campo anche per l'Italia.

Silvio Berlusconi festa di compleanno

Silvio Berlusconi compleanno, il regalo di Francesca Pascale: torta ‘da Re’ e fuochi d’artificio a mezzanotte

Tendenze gioiello contemporaneo 2015 White

Speciale White: gioielli contemporanei, tutte le tendenze 2015