in

Presepi di sabbia Jesolo e Lignano 2016: ecco le Natività più commoventi del Nord Italia

Adorate i presepi di sabbia, e siete alla ricerca di un itinerario alternativo a quello sulla Riviera romagnola? Il Veneto e il Friuli non vogliono essere da meno: ecco, da Jesolo a Lignano, le creazioni di sabbia più sorprendenti da scoprire durante il ponte dell’Immacolata e nelle successive settimane di festa.

Presepe di sabbia a Jesolo. Anche quest’anno è tutto pronto per dare il “la” all’opera frutto di un sapiente lavoro di scultura. Il tema scelto per questa 15esima edizione è quello scottante dei rifugiati e della tragedia umana che si sta consumando nelle acque del Mediterraneo: ecco perché la sacra famiglia di Nazareth assume le sembianze di una famiglia di migranti, dove Giuseppe si appresta a portare in salvo Maria e il Bambin Gesù. Tra le statue del presepe anche una rappresentazione dell’Isola di Lampedusa, porta d’Europa per migliaia di rifugiati e disperati, e altre scene sui grandi esodi della Bibbia. Ingresso libero, con la possibilità di devolvere una donazione che andrà a favore di uno dei progetti solidali descritti sul portale ufficiale del Comune di Jesolo. Apertura fino al 12 febbraio in Piazza Marconi secondo questi orari: da lunedì a sabato: 9.30-12.30; 14.30-19.30; domenica, festività: 9.30-21.00; dal 2 al 5 gennaio, e 7 gennaio: 9.30-21.00.

SCOPRI TUTTI I PRESEPI PIU’ BELLI SU URBAN VIAGGI!

Presepe di sabbia a Lignano. Oggi, giorno dell’Immacolata, inaugura anche la poderosa opera in sabbia che trova spazio a Lignano, nella tensostruttura collocata di fronte alla Terrazza a Mare. Le prime indiscrezioni hanno svelato che che quest’anno ricorderà il dramma del terremoto del 1976, celebrando anche i riti e le tradizioni della civiltà friulana. Si parte dalla riproduzione della celebre opera di Franco Maschio, dal titolo “Dal profont a ti sberli Signor”(Dal profondo, Signore, ti grido il mio dolore) collocata nel duomo di Venzone, procedendo poi con una parete dove è incisa la frase “ll Friûl al ringrazie e nol dismentee” (Il Friuli ringrazia e non dimentica). Tra gli omaggi la scultura gigante della moneta che venne coniata per il terremoto, una rappresentazione degli alpini impegnati nel lavoro della ricostruzione, la mastodontica statua di San Cristoforo del Duomo di Gemona (ricordiamo che proprio Gemona è stato uno dei comuni più colpiti dal sisma). Segnaliamo, inoltre, che in segno di vicinanza alla popolazione colpita dal terremoto ad agosto, dal 30 dicembre al 2 gennaio la comunità di Lignano ospiterà 100 persone provenienti da Amatrice e dalle zone coinvolte dal sisma, un’iniziativa che mostra la vicinanza fra le due comunità, così come accadde 40 anni fa quando Lignano mise a disposizione alberghi e case agli sfollati friulani. Orari e maggiori informazioni sul presepe di Lignano sono disponibili sul portale www.presepelignano.it.

In apertura: dettaglio del presepe di sabbia a Lignano

X Factor 2016, Rochelle strizza l’occhio alla finale: chi è la rapper ‘adorata’ da Fedez

X Factor 2016, Gaia Gozzi e il suo timbro ‘imponente’: l’italo-brasiliana che ammalia Fedez