in

Preservativo molecolare: la nuova contraccezione maschile

In futuro potrebbero arrivare nuovi metodi di contraccezione maschile. Uno di questi è il preservativo molecolare, un nuovo sistema scoperto dai ricercatori dell’Università della California e pubblicato in data 20 aprile 2017 sulla rivista specializzata Proceedings of the National Academy of Science. Se i dati finali confermassero del tutto l’ipotesi, questa ricerca potrebbe essere destinata a cambiare radicalmente il mondo della contraccezione.

Il team di ricerca è stato coordinato dalla professoressa Polina Lishko che a Wired ha spiegato su cosa si basa il preservativo molecolare. La scoperta, infatti, si concentra su due sostanze chimiche presenti in molti tipi di frutta e verdura e in piante comune come l’aloe. Si tratta del Lupeolo e della Pristimerina: la prima proviene da piante comuni come l’aloe o i cavoli, mentre la seconda si trova in un tipo di vite conosciuta come ‘Vite di tuono di Dio’ ed è meno comune.

Grazie a questi due elementi è possibile diminuire la spinta propulsiva degli spermatozoi rendendone inerte il flagello nel momento in cui si appresta a fecondare l’ovulo. Come ha spiegato la professoressa Polina Lishko, queste due sostanze combinate insieme possono essere somministrate tramite un anello vaginale o un cerotto per la cute o, ancora, tramite le più classiche pillole. La vera rivoluzione risiede nel fatto che è possibile somministrare le due sostanze sia all’uomo che alla donna. Lo studio, ancora a livello teorico, necessità di diversi test, ma la ricerca è già a buon punto.

[dicitura-articoli-medicina]

impacchi per capelli, impacchi per capelli grassi, impacchi per capelli grassi limone, impacchi per capelli grassi fai da te,

Impacchi per capelli grassi: limone e altri rimedi fai da te

WikiLeaks Julian Assange

WikiLeaks, Julian Assange accusato di violenza: la Svezia archivia il caso