in ,

Presunta infermiera killer ultime notizie, minacce al suo avvocato: “Fatti iniezione di eparina”

“Giuro sui miei figli che sono innocente”, con queste parole si è difesa oggi durante l’interrogatorio di garanzia in carcere, a Pisa, Fausta Bonino, l’infermiera 55enne dell’ospedale Villa Marina di Piombino arrestata con l’accusa di avere ucciso 13 pazienti con una dose letale di eparina, molti dei quali nemmeno malati terminali.

I suoi difensori sono già passati al contrattacco: “Oggi finalmente potrà difendersi e io chiederò gli arresti domiciliari anche se è innocente” – ha dichiarato il suo legale, Cesarina Barghini “perché se fosse libera rischierebbe per la sua incolumità visto che il clamore mediatico di questa vicenda ha determinato la condanna unanime dell’opinione pubblica nei suoi confronti”.

L’avvocato Barghini ha poi parlato di “lacune nelle indagini”“Serviranno anche investigazioni difensive da parte nostra per correggere gli errori commessi e per questo servirà tempo. Perché se c’è un killer in giro è ancora libero e ciò è inquietante” – rimarcando la presunzione di innocenza fino al terzo grado di giudizio.

L’avvocato della presunta infermiera killer ha poi lanciato un’accusa ai media, rei a suo dire di avere già indirizzato l’opinione pubblica verso la condanna ‘preventiva’ della sua assistita, e rivelato  di avere ricevuto minacce su Facebook. Qualcuno, infatti, l’avrebbe invitata a farsi un’iniezione di eparina, il metodo letale con il quale sarebbero stati uccisi i 13 pazienti di cui in oggetto.

pancia piatta dieta

Dieta detox pancia piatta: un giorno con la zuppa

Concorso 2016 Educatore asilo nido

Concorso educatore asilo nido Veneto 2016: bando a Vicenza, requisiti e scadenze