in ,

Pretende baci da operaia in cambio del rinnovo contratto: imprenditore rinviato a giudizio

Un imprenditore di Conegliano, in provincia di Treviso, sarà processato con l’accusa di tentata violenza sessuale. L’uomo, un 50enne titolare di un’azienda, è stato accusato da una sua ex dipendente di averle fatto proposte sessuali esplicite almeno in due occasioni. La ragazza, infatti, afferma di essere stata sottoposta ad un ricatto in piena regola da parte del suo allora titolare: mantenere il suo posto di lavoro accettando in cambio carezze, baci ed ogni genere di avances da parte sua.Molestie sul lavoro

Il contratto con il quale la giovane operaia era stata assunta, infatti, era a tempo determinato, e l’approssimarsi della sua scadenza aveva indotto l’uomo a ricattarla. La vicenda risale al 2012 ma da allora l’imprenditore ha sempre respinto ogni accusa rivoltagli. Gli inquirenti, dopo aver ricostruito i fatti attraverso varie testimonianze, hanno comunque ritenuto che vi fossero elementi a sufficienza per aprire un processo, decidendo quindi di rinviare a giudizio l’imprenditore.

Elena Finotto, l’avvocato che lo difende, promette battaglia e avverte: “C’è un elemento che stona in questa vicenda. La denuncia dell’ex operaia è arrivata quando l’imprenditore ha deciso di non rinnovare il contratto e nello stesso tempo di non trasformarlo in un’assunzione a tempo indeterminato”.

 

Mattia Destro facebook

Monaco: il club del Principato guarda a Mattia Destro e a Diego Simeone (Video)

Liverpool "96, 5 years" commemoration

La strage di Hillsborough venticinque anni dopo ha un’altra verità, video della commemorazione