in ,

Prince autopsia ultime notizie: “Nessuna lesione, escluso suicidio”, ma il mistero resta

L’autopsia sul corpo di Prince, deceduto improvvisamente all’età di 57 anni la mattina del 21 aprile nella sua casa/studio di registrazione a Chanhassen, alla periferia di Minneapolis, in Minnesota, non ha chiarito le cause della sua morte. “Non vi erano segni evidenti di lesioni”, ha tuttavia precisato lo sceriffo della Contea di Carver County, Jim
Olson, nel corso di una conferenza stampa seguita all’esame autoptico durato 4 ore. Evidenza che avrebbe dunque portato il medico legale e gli inquirenti che si stanno occupando del caso, ad escludere il suicidio della rockstar: “Non vi è alcuna ragione per sospettare un suicidio“.

Nessuna conferma o smentita è arrivata nemmeno in merito all’ipotesi del decesso causato da overdose di oppiacei (indiscrezione del sito Tmz, che aveva diffuso per primo la notizia della morte dell’artista, e del malore seguito da ricovero una settimana prima, mentre si trovava su un volo privato, di ritorno da un concerto ad Atlanta, in Georgia).

Ma per i risultati definitivi degli esami medici bisognerà aspettare: “Ci vorranno giorni per raccogliere i dati. Per i risultati completi è probabile che ci vogliano settimane”, ha confermato Angelique Quinn Strobl, il medico legale dell’ufficio del Midwest Medical Examiner che ha eseguito l’autopsia.

 

 

 

Gods Of Metal 2016 line up: tutte le band del 2 giugno a Monza

pluripregiudicato freddato in strada a napoli

Georgia: uccise 5 persone in 2 sparatorie, il killer si sarebbe suicidato