in ,

Prince Testamento, la moglie: “Non esiste? Ne aveva scritto uno”

Si torna a parlare del testamento di Prince: il cantante, scomparso lo scorso aprile, sembra non aver lasciato nessuna dichiarazione legale per la sua eredità. Eppure, la sua ex moglie, Mayte Garcia, non sembra aver dubbi: “Quando eravamo sposati aveva scritto un testamento.” Così l’ex moglie di Prince (sposati dal 1996 al 2000) rivela, sul numero di Chi in edicola domani, uno dei tanti segreti legati alla morte del cantante. È sempre stato riportato, infatti, che Prince non avesse lasciato traccia delle proprie volontà. Altre rivelazioni di Mayte sono contenute nel libro “The most beautiful” che in Italia non è ancora disponibile, e che il settimanale diretto da Alfonso Signorini vi anticipa.

—> Tutto su Prince e la sua storia

Mayte conobbe Prince a 16 anni, divenne ballerina e cantante della sua band e il 14 febbraio 1996 lo sposò. Si lasciarono nel 2000, dopo aver perso due figli (uno due settimane dopo la nascita, l’altro per un aborto spontaneo). Il 21 aprile 2016 Mayte ha saputo della morte di Prince attraverso un messaggio dalla seconda ex moglie del cantante. Ricorda di averla chiamata e di aver urlato “No!” più volte. Mayte oggi ha 43 anni e definisce Prince un: “inguaribile romantico”, lontano dalla propria immagine pubblica. “Ho sempre cercato di separare la rockstar dall’uomo che era con me” ha spiegato a Chi l’ex moglie di Prince. Quando iniziò a frequentarla, lei aveva 16 anni, le disse: “Non puoi capire quante donne sono gelose di te perché sei ancora vergine”. Una volta compiuti i 18 anni, lui le annunciò: “È giunto il momento”. Una settimana dopo, Mayte scriveva sul suo diario: “9 febbraio 1993 – non sono più vergine”.

—> Le ultime notizie sul mondo della musica

Ma com’era a letto Prince? Ne parla, nel suo libro, l’ex moglie Garcia che definisce la popstar: “Molto, molto tenero”, “Anche se sul palco ballavo con le manette, non c’è mai stato nulla di tutto ciò a letto” prosegue Mayte, non ha visto un uomo con una “voglia insaziabile di rapporti intimi, ma ho visto solo il fidanzato innamorato.” Dopo la morte del loro primo figlio Prince era “talmente perso” da spingersi alla conversione ai Testimoni di Geova. Quando i due persero un secondo bambino per un aborto spontaneo, lui fu molto meno sensibile. “Il gruppo dei Testimoni organizzò una campagna continua per separarci – ricorda Mayte – non so come ho fatto a superare quel periodo.” 

Tennis, Masters 1000 Montecarlo 2017: programma, orari e diretta TV

Agenzia delle Entrate servizio fai d.a. te

Agenzia delle Entrate di Genova: il direttore Walter Pardini arrestato per corruzione