in ,

Prince, trovati in casa farmaci oppiacei contraffatti: si riapre il giallo della sua morte

Si riapre il giallo sulla morte di Prince. Dopo che lo scorso giugno un funzionario vicino alle indagini aveva confermato a mezzo stampa che la star di fama internazionale era deceduta per “una overdose da antidolorifici oppiacei” – Fentanyl per l’esattezza, oppioide sintetico 50 volte più potente dell’eroina – un nuovo mistero da ieri aleggia sulla vicenda.

Pare in fatti che nella casa dell’artista siano state rinvenute diverse bottigliette con l’etichetta contraffatta che in realtà contenevano proprio Fentanyl. Per la precisione circa 10 pillole in un camerino, e numerose bottigliette, all’apparenza di vitamina C e aspirine, nascoste in una valigia e in alcune borse.

La polizia sta dunque cercando di scoprire l’identità di chi ha fornito senza ricetta le pasticche killer al musicista. “Secondo le stesse fonti investigative” – scrive Repubblica.it – “il problema dei farmaci forniti illegalmente sarebbe molto diffuso nel Minnesota”.

quaresma milan calciomercato

Calciomercato Milan: Quaresma e Rincon i nomi per rafforzare la rosa dei rossoneri

Incendio palermo

Roma, incendio nel parco del Pineto: chiusa l’autostrada per Fiumicino, le fiamme arrivano fino a Monte Mario