in

Prison Break, Miller fa coming out contro la Russia: “Sono gay”

Prima fa coming out, poi declina l’invito al Saint Petersburg International Film Festival : così Wentworth Miller, protagonista del telefilm “Prison Break”, ha oggi espresso tutto il suo disappunto sulle leggi anti-gay della Russia. L’attore 41enne ha così rifiutato l’invito a partecipare al prestigioso Festival di San Pietroburgo:Non posso andare perché sono gay e la Russia è un Paese che nega a donne e uomini il diritto di amarsi liberamente”.

Wentworth Miller

Grazie per il vostro gentile invito. Ho visitato la Russia in passato ed ho anche parenti russi, sarei stato molto felice di accettare – ha scritto Miller al direttore del “Saint Petersburg International Film Festival”- Tuttavia, come omosessuale, devo declinare. Sono molto preoccupato per l’atteggiamento e il trattamento dei gay donne e uomini da parte del governo russo. La posizione non è in alcun modo accettabile“. Quale miglior modo di protestare se non manifestare finalmente e liberamente la sua omosessualità?

Il coming out di Wentworth Miller arriva dopo anni di rumors continui sulla sua sessualità, rumors sempre prontamente smentiti dall’attore. Nel 2007 l’astuto galeotto di “Prison Break” arrivò addirittura a confessare di sognare un matrimonio e dei figli. Ad ogni modo, come si suol dire, meglio tardi che mai e, di certo, Miller non poteva scegliere momento più propizio di questo, ora che la protesta contro le leggi anti-gay varate da Putin si fa sempre più aspra.

Written by Rosaria Cucinella

Nata nella ridente Sicilia, 21 anni e tanta passione per la scrittura ed il giornalismo online. Amo la cucina, la primavera, i red carpet della gente famosa e i film d'azione. Mi piace la moda ma paradossalmente non amo seguirla: la lunaticità comanda anche il mio stile...

Nugtella: la Nutella a base di Marijuana per scopi terapeutici

Colorado si rinforza grazie ad Amici e a Italia’s got talent