in

Problema iMessage: troppi messaggi rompono l’iPhone

iMessage è ormai il servizio di messaggistica istantanea più utilizzato dagli utenti Apple, in possesso di iPad, Mac o iPhone e che permette di ricevere messaggi in tempo reale, ovviamente da dispositivi che fanno parte della rete della grande azienda di Steve Jobs.

imess

La novità, non certamente positiva per gli utenti è che ormai gli hackers, ossia coloro i quali riescono letteralmente ad “entrare” nei pc altrui, hanno scoperto un modo, neanche troppo complesso per poter accedere a messaggi privati delle persone: il problema maggiore è che iniziano ad arrivare una serie molto lunga e in sequenza molto rapida di messaggi senza senso, talvolta anche brevissimi.

Normalmente questo crea fastidio nei tantissimi utenti Apple di tutto il mondo, poiché crea un vero e proprio intasamento nel dispositivo mobile, con i continui suoni e notifiche che certificano l’arrivo di un messaggio: spesso però può anche succedere che il dispositivo arrivi in modalità lock-out, ossia sia completamente bloccato, senza che vi sia possibilità rapida di rimediare al danno.

Così dunque un utente che abbia questo problema sarà costretto ad un vero e proprio intasamento del telefono, cosa che ovviamente non va giù per niente, visto che si tratta di dispositivi tecnologici di ultima generazione. Di recente però Grant Paul, sviluppatore IOS, ha confermato che Apple sta lavorando per cercare di evitare problemi di tal tipo, ma finora non è stato semplice trovare una soluzione per ridurre la velocità di arrivo dei messaggi nel momento in cui arrivano in sequenza, come in tal caso.

Una soluzione potrebbe essere quella di non creare un account pubblico, poco visibile dunque, così che non ci siano pericoli di dispetti o semplicemente di “invasioni” sul nostro dispositivo mobile. Molti sono coloro che suggeriscono alla Apple di produrre un anti-spam che in caso venga attaccato in tal modo il servizio IMessage possa mandare in stand by il telefono senza creare problemi più seri alla privacy degli utenti, ma al momento la cosa più sicura è controllare le informazioni di contatto.

Written by Mattia Preziuso

Nato ad Avellino, 21 anni, appassionato di sport, prevalentemente calcio. Studente di Farmacia presso l'Università degli Studi di Fisciano e già collaboratore di altri siti. Segue con particolare attenzione notizie utili e sport.

Governo: Bersani non cambia linea, pronto a farsi da parte

Stasera in diretta Tv: Che Tempo che Fa, Piazza Pulita, L’Ultimo Papa Re