in

Problemi di cuore: i capelli bianchi sono indice di rischio maggiore

Problemi di cuore e capelli bianchi. Due fattori che è strano vedere associati, ma in realtà uno è avvisaglia dell’altro. Questo quanto scoperto da un team di studiosi dell’università del Cairo. Una patologia che colpisce l’apparato cardiaco, nota come aterosclerosi, ha evidenziato sintomi visibili nell’incanutimento dei capelli. Questa malattia è una forma di arteriosclerosi, che determina un’infiammazione cronica delle arterie, dovuta all’ossidazione di lipoproteine sulle pareti arteriose. Lo studio, presentato all’EuroPrevent 2017 di Malaga, il Congresso annuale dell’European Association of Preventive Cardiology, ha messo in luce la correlazione fra il rischio di aterosclerosi e la presenza di capelli bianchi. 

Come sottolineato dai ricercatori stessi, l’analisi necessita di ulteriori conferme. Anche perché, al momento, si è concentrata esclusivamente su soggetti di sesso maschile. Tuttavia i risultati hanno portato ad alcune significative evidenze. “L’aterosclerosi e l’incanutimento seguono gli stessi percorsi biologici simili”, ha detto Irina Samuel, cardiologa dell’università del Cairo. “L’ingrigimento potrebbe essere un segnale di avvertimento di un aumentato rischio cardiovascolare”.

Lo studio è stato condotto su 545 uomini adulti, sottoposti ad una angio TAC coronarica per verificare la presenza di patologie cardiovascolari. A seguito dei risultati, sono stati suddivisi in vari gruppi, a seconda della presenza di disturbi alle coronarie e dal grado di ingrigimento dei capelli. Quest’ultima variante è stata valutata in 5 diversi livelli, dall’1 – assenza di capelli bianchi – al 5 – presenza di soli capelli bianchi. I risultati dell’analisi hanno determinato che i soggetti dal grado 3 in su avevano più alti rischi di ostruzione arteriosa ed un più alto livello di calcificazione coronarica. “Se le nostre conclusioni dovessero essere confermate”, ha riferito la Samuel, “si potrebbe pensare di standardizzare la valutazione dell’ingrigimento come un fattore predittivo di malattia coronarica”.

photo credit: kruder396 ken sado / open via photopin (license)

Chi sono gli OfenBach, gli ospiti di Amici 16?

Anticipazioni Gomorra 3 la serie, Salvatore Conte ritorno: ecco la verità