in ,

Processo Meredith, atto finale: la sentenza il 30 gennaio

Volge quindi al termine la triste vicenda del “caso Meredith Kerker”, la studentessa inglese, in Italia per Erasmus, brutalmente uccisa con una coltellata alla gola la notte di Halloween del 2007 a Perugia, nella villetta in cui abitava. Il processo d’appello-bis, che vede imputati Raffaele Sollecito e Amanda Knox, sta per scrivere definitivamente la parola “fine” su questa storia che, a tutt’oggi, non conosce il nome dell’assassino, ma solo il parziale coinvolgimento nell’omicidio dell’ivoriano Rudy Guede, condannato con rito abbreviato a 16 anni di reclusione per concorso in omicidio e violenza sessuale con sentenza della Corte di Cassazione in data 16 dicembre 2010.Amanda Knox

Dopo l’udienza di ieri 9 gennaio, il presidente della Corte d’assise d’appello di Firenze, Alessandro Nencini, ha concordato con gli avvocati il nuovo calendario del processo-bis: la prossima ed ultima udienza, per le repliche, è prevista per il 20 gennaio. La data del 30 gennaio prevede infine la conclusione delle repliche e la camera di consiglio con sentenza nel pomeriggio “tardi”, ha detto Nencini.

E se Raffaele Sollecito sta presenziando a tutte le sedute in aula, Amanda Knox ha invece deciso di non partecipare al processo. La ragazza, come più volte ha rivelato ai media, diserta le udienze perché ha paura: “E’ stata una scelta sofferta perché in realtà avrei voluto venire in Italia ed essere presente in aula. In Italia però, sono stata arrestata e messa in prigione per quattro lunghi anni non sulla base di prove ma di supposizioni”. La giovane americana si dice ansiosa di vedere riconosciuta la sua innocenza ‘oltre ogni ragionevole dubbio’. In un’intervista a Repubblica parla anche dei familiari della vittima: ‘Con i familiari di Meredith voglio ancora parlare, e dirglielo direttamente che io non c’entro con la morte di Meredith, che le volevo bene e che eravamo amiche […] Quando li ho visti in aula al processo di Perugia volevo salutarli e ho chiesto ai miei avvocati se poteva farlo. L’avvocato Carlo Della Vedova ha provato ad avvicinarsi a loro ma i loro legali lo hanno respinto”. Chissà se tra qualche settimana giustizia sarà fatta, davvero.

 

Anticipazioni Il segreto venerdì 10 gennaio: Pepa e Tristan sempre più lontani

Danilo D'Ambrosio

Mercato, Inter: per D’Ambrosio salta tutto?