in

Processo Ruby bis, le condanne di Lele Mora, Emilio Fede e Nicole Minetti

Sette anni per Emilio Fede e Lele Mora, cinque per Nicole Minetti. Sono questi i numeri del processo Ruby bis, prosecuzione del processo che ha visto l’ex premier Silvio Berlusconi condannato a sette anni per favoreggiamento e induzione alla prostituzione minorile. Fede, Mora e la Minetti sono stati descritti come “comprimari”, personaggi molto vicini e legati da uno stretto rapporto con il protagonista principale, il Cavaliere.

Berlusconi

Per i tre imputati l’accusa aveva chiesto sette anni per favoreggiamento e induzione alla prostituzione, anche minorile, stesso capo di imputazione dell’ex premier. Trentaquattro sono le giovani “vittime” del Bunga Bunga, tra le quali la giovane marocchina Karima El Mahroug, in arte Ruby, e altre ragazze al tempo minorenni. Mora, Fede e la Minetti sarebbero coinvolti in prima persona nel Sodoma e Gomorra di Arcore: ognuno avrebbe avuto un ruolo ben preciso, dalla selezione delle ragazze all’accompagnamento in villa.

Lele Mora ed Emilio Fede si sarebbero occupati di individuare “giovani donne disposte a prostituirsi” nella residenza del Berlusca, il più delle volte selezionando ragazze legate all’agenzia gestita da Mora. I due uomini avrebbero poi organizzato l’accompagnamento da Milano ad Arcore, mettendo a disposizione delle invitate le proprie autovetture. In particolare, sarebbe stato Lele Mora ad adescare nel settembre del 2009 l’ancora minorenne Ruby, poi accompagnata personalmente in casa del Cavaliere.

lele mora oggi

Lele Mora è l’unico dei tre imputati ad essere stato condannato per tutti i reati contestati, quali induzione e favoreggiamento della prostituzione, anche minorile, e nello specifico caso di Ruby. A lui sono però state concesse le attenuanti generiche. Emilio Fede è stato condannato per favoreggiamento e induzione alla prostituzione delle ragazze maggiorenni, mentre è stato assolto dall’induzione e dal favoreggiamento della prostituzione delle ragazze minorenni e di Ruby.

Cinque gli anni di carcere per Nicole Minetti, che si sarebbe invece occupata del lato amministrativo della vicenda. L’ex igienista dentale avrebbe mediato tra Berlusconi e le ragazze, assicurando loro diverse forme di compenso, dai contributi economici per il loro mantenimento alla concessione in comodato d’uso degli appartamenti del residence di via Olgettina. La Minetti avrebbe inoltre compiuto atti sessuali retribuiti. Per lei anche cinque anni di interdizione dai pubblici uffici. Interdizione perpetua invece per Lele Mora ed Emilio Fede.

nicole minetti

carlo conti tale e quale show

Carlo Conti è già al lavoro per L’Eredità e Tale e Quale show

jonas berami serena saitta

Marco Bocci e il passato con la tronista Serena Saitta: “Lui mi ha delusa”