in ,

Processo Ruby: Silvio Berlusconi assolto in appello

Processo Ruby, sentenza d’appello, Silvio Berlusconi assolto perchè il fatto non sussiste e il fatto non costituisce reato. Accusato di prostituzione minorile e concussione, l’ex premier è stato assolto per entrambe le imputazioni. La seconda sezione penale della corte d’appello di Milano è entrata in aula alle 9.30, ma dopo pochi minuti si è ritirata in camera di consiglio per scrivere la senteza. L’accusa chiedeva piena assoluzione per insussistenza dei fatti e la conferma dei 7 anni di reclusione. I difensori di Berlusconi avevano giocato la carta della inutilizzabilità delle intercettazioni. Uno degli avvocati difensori dell’ex presidente del Consiglio, Franco Coppi ha dichiarato a caldo, subito dopo la sentenza di assoluzione: “Siamo oltre le nostre più rosee aspettative”

A giovarne, oltre lo stesso Silvio Berlusconi, è probabilmente anche il Governo di Matteo Renzi, in quanto la sentenza dei giudici di Milano potrebbe garantire il patto del Nazareno e quindi la collaborazione di Forza Italia alle riforme. E’ comunque scontato da parte della Pubblica Accusa il ricorso in Cassazione, ma Silvio Berlusconi si avvicina alla piena assoluzione per questo procedimento nei suoi confronti.

Notizie italia

Mare in Italia: aumenta la qualità delle acque, 87,2% è eccellente

ucraina

Aereo abbattuto Ucraina: foto postata su Fb da un passeggero olandese