in ,

Prodi e la sua misura anticrisi: estrarre petrolio dai giacimenti italiani

Esiste una soluzione per rilanciare l’economia in Italia? Se sì, potrebbe chiamarsi petrolio.

Petrolio Prezzo in Calo

È Romano Prodi ad affidare ad una lettera pubblicata sul Messaggero del 18 maggio la proposta di cominciare a scavare nel sottosuolo italico per rifornirsi dell’ambito oro nero.

Perché, come sottolineato dal Professore, l’Italia si trova nella situazione curiosa di ricorrere in misura massiccia all’importazione, pur essendo il Paese con il maggior numero di riserve di petrolio, esclusi, ovviamente, i colossi del Mare del Nord. Un risorsa non ancora sfruttata, insomma, che permetterebbe di duplicare la produzione di idrocarburi attivando investimenti per 15 miliardi di euro. Con ricadute positive sia in termini di occupazione che di entrate fiscali.

Tra i giacimenti che potrebbero essere disponibili da subito, quelli al largo della Basilicata e della Sicilia, anche per scongiurare che le risorse vengano accaparrate dai paesi confinanti. L’ex presidente del Consiglio, comunque, ha rimarcato l’esigenza di garantire innanzitutto protezione ambientale e sicurezza.

Che Renzi valuti il consiglio?

(fonte: Il Messaggero)

Seguici sul nostro canale Telegram

sardegna

#MNSardegna: il contest delle bellezze naturali sarde

percorre 80 km in contromano

Venezia: in contromano sull’A4 con la targa illeggibile