in

Protezione Civile, allerta meteo: forti venti in Sardegna

La Protezione Civile mette in guardia la popolazione. L’allerta meteo questa volta è per la Sardegna. Sembra infatti che per la giornata di oggi, 28 luglio 2019, siano previste forte raffiche di vento in particolare sulla costa della Gallura e sulle isole dell’arcipelago de La Maddalena.

protezione civile allerta meteo

Allerta meteo su tutta l’Italia

La Protezione Civile, come si diceva da qualche giorno, ha annunciato un allerta meteo arancione per la giornata di oggi. E’ interessata tutta la penisola. Il maltempo è iniziato già da ieri, 27 luglio 2019, partendo dal Nord è scendendo sempre più verso il sud dell’Italia. Sono già iniziati i primi temporali burrascosi e sono arrivate le prime vittime. Torino è stata una delle prime città a subire l’ennesimo nubifragio dell’anno. Sulla nostra capitale nella notte si è abbattuta una terribile tromba d’aria, è durata pochi secondi ma giusto il tempo di causare una giovane vittima.

protezione civile allerta meteo

leggi anche: Roma, tromba d’aria a Fiumicino: muore una donna di 27 anni

Precauzioni della Protezione Civile

La Protezione Civile ha emesso un comunicato nel quale evidenzia il fatto che una perturbazione di origine atlantica sta interessando le regioni settentrionali del nostro Paese, portando un deciso peggioramento delle condizioni meteorologiche, con temporali diffusi ed intensi, in estensione, da stasera, alle regioni centrali. La fase di maltempo sarà inoltre caratterizzata anche da una generale intensificazione della ventilazione, associata ad una marcata diminuzione delle temperature sulle regioni centro-settentrionali, solo sensibile sulle regioni meridionali.

Si invita dunque alla massima prudenza se ci si trova alla guida di un’automobile o di un motoveicolo in quanto, specie in presenza di forti raffiche laterali, esse tendono a far sbandare il veicolo.  Sulle zone costiere, alla forte ventilazione è associato il rischio mareggiate, in particolare se il vento proviene perpendicolarmente rispetto alla costa. Per questo: prestare la massima cautela nell’avvicinarsi al litorale o nel percorrere le strade costiere evitando la sosta sulle strutture esposte a mareggiate. Evitare la balneazione e l’uso delle imbarcazioni

carabiniere ucciso insegnante mario rega

Carabiniere ucciso, un’insegnante commenta: «Non ne sentiremo la mancanza»

Laura Torrisi attraente e intensa su Instagram, decolleté ‘magnetico’: «Mandi in estasi»