in

Psg, Ibrahimovic: “Tornare in Italia? Mai dire mai”

Non sarà particolarmente legato alle maglie che indossa, non sarà una bandiera né l’emblema di un club, ma Zlatan Ibrahimovic rimane, inevitabilmente, uno dei più forti calciatori che abbiano mai calcato un campo di gioco.

Classe cristallina, talento puro, senso del gol, sono solo alcune delle immense qualità dell’asso svedese, capace di incantare tutti gli appassionati e guadagnare le attenzioni dei più grandi top club europei. La sua avventura parigina, come tutti si aspettavano, è stato un vero e proprio trionfo: con la maglia del Psg Ibra ha infatti festeggiato la vittoria del titolo nazionale, ed è stato premiato come miglior giocatore della Ligue 1.

Paris Saint-Germain's Swedish forward Zl

Quanto al suo futuro, però, lo svedese ha qualche dubbio. Il progetto del Psg lo affascina, ma un eventuale addio di Carlo Ancelotti (ad un passo dal Real Madrid) lo deluderebbe molto, mettendo persino in discussione la sua permanenza al Parco dei Principi.

In un’intervista al sito svedese “fotbollskanalen”, Ibra ha dichiarato di non aver certezze riguardo al suo futuro, e alla domanda “Rimarrai al Psg?”, ha risposto con un discutibile “Vedremo!”. “Ho nostalgia dell’Italia” ha aggiunto l’ex calciatore di Juve, Milan e Inter, il quale ha poi spiegato che essere un campione nel bel paese vuol dire ricevere attenzioni e ammirazioni che altrove, forse, non avranno mai lo stesso peso.

Written by Angelo Damiano

Angelo Damiano, nato ad Atripalda (Av), diplomato presso il Liceo Linguistico Imbriani di Avellino. Attualmente studente universitario alla facoltà di Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Salerno. Amante del calcio, della politica, della storia, della Juventus e dell'Avellino.

Pellegrini – Magnini amore naufragato e annunciato da un comunicato

Tono under

Anticipazioni Uomini e Donne: nuova stagione, nuovo trono Under e tante novità