in

Psicologia: 7 cose che non tutti sanno sulla mente e il comportamento

Secondo la teoria del ricercatore americano DaviD DiSalvo, il cervello e, quindi, la nostra mente, ama gli schemi, la logica, la coerenza e la stabilità. Il problema è che tutte queste caratteristiche cozzano con l’evoluzione umana e il rischio più grande è quello di promuovere atteggiamenti che possono danneggiarci senza rendercene conto. Ecco 7 cose che non tutti sanno sulla mente e sul comportamento umano.

Schemi e illusioni ottiche: la nostra mente ha una particolare inclinazione nel rilevare schemi e comportamenti abitudinari. Se a questi manca un elemento, finiamo con l’inserirlo noi, un po’ come succede durante un’illusione ottica.

Stabilità: la certezza è una componente che la nostra mente reputa essenziale. Quando questa diminuisce, l’Amidgala si attiva portandoci in uno stato di malessere. In alcuni casi particolari sfocia in ansia cronica e attacchi di panico.

Seconda identità: non abbiamo solo la nostra identità, cioè quella con cui ci interfacciamo quando abbiamo a che fare con altre persone, ma anche altre secondarie e secondo gli studiosi questo spiegherebbe come mai alcuni di noi siano particolarmente capaci nei giochi di simulazione.

Disprezzo e desiderio: secondo uno studio del 2012 pubblicato su Psychological Science, quando desideriamo una cosa che non riusciamo a ottenere, cominciamo a odiarla e finiremo per volerla anche qualora non ci interessi più.

Tecnologia e sentimenti: secondo uno studio dell’Università di Buffalo, molti di coloro i quali non riescono a trovare un senso di appartenenza nella vita, ricercano questo sentimento nel mondo digitale. Guardare la tv, ad esempio, può mantenere addirittura stabile il proprio livello di autostima.

Avere la testa fra le nuvole: capita in almeno il 50% delle persone. È un fatto quasi normale e si chiama Mind Wandering. Il cervello ha la capacità di risolvere problemi e apprendere informazioni anche in modo automatico.

Proiettarsi verso il futuro: il nostro cervello si è evoluto nel tentativo di capire e prevedere le minacce. L’effetto collaterale è la nostra incapacità di proiettare noi stessi nel futuro e quando questa caratteristica si somma alla ricerca di una ricompensa, il rischio è di finire nelle offerte subdole dei venditori che offrono occasioni dell’ultimo minuto.

[dicitura-articoli-medicina]

Festival cucina per bambini Modena 2016

Festival cucina per bambini Modena 2016: dai laboratori agli chef stellati

delitto seriate news indagini

Delitto Seriate, news autopsia: ecco come è stata uccisa Gianna Del Gaudio