in

Può un esame del sangue predire i pazienti predisposti al suicidio?

Secondo uno studio, condotto dal team guidato da Zachary Kaminsky, assistente professore di psichiatria e scienze comportamentali presso la Hopkins University School of Medicine a Baltimora, MD, si potrebbe rilevare da un esame del sangue, un’alterazione chimica di un gene, denominato SKA2, in grado di predire, con una precisione dell’80%, i pazienti che rischiano di commettere un suicidio. L’alterazione del gene è in grado di trasformare le reazioni dovute allo stress in tendenze suicide. Lo SKA2 agisce nella corteccia prefrontale ed è in grado di inibire i pensieri negativi e controllare i comportamenti impulsivi. Qualora lo SKA2 non fosse presente nella quantità necessaria, non sarebbe in grado di fermare il rilascio di cortisolo nel cervello.

esame del sangue suicidio

Lo studio, pubblicato in The American Journal of Psychiatry, è stato condotto analizzando il cervello di persone decedute, alcune delle quali erano in buona salute altre invece avevano sviluppato deficit cognitivi durante la propria esistenza. I ricercatori si sono resi conto che le persone morte per suicidio avevo sviluppato in modo significativo lo SKA2. Indagando più a fondo, gli scienziati hanno scoperto che alcuni avevano sviluppato un’ alterazione epigenetica, in grado di modificare il modo di operare dello SKA2 grazie all’aggiunta di alcune sostanze chimiche, i gruppi metilici, senza però modificare la sequenza genetica del DNA. In seguito hanno analizzato il campione del sangue di 325 persone in vita e hanno trovato un aumento della metilazione del gene nei soggetti che hanno riferito di aver tentato e avuto pensieri suicidi. Nei soggetti ad alto rischio di suicidio sono riusciti addirittura a predirlo con un 90% di accuratezza. Solo negli Stati Uniti, nel 2009, il suicidio era una tra le principali cause di morte. Lo affermano i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) che hanno riscontrato 36.891 morti complessivi.

Kaminsky afferma: “Il suicidio è un grave problema di salute pubblica evitabile ma siamo stati ostacolati dai nostri sforzi di prevenzione perché non utilizziamo un modo più efficace di prevedere le persone che sono a rischio di uccidersi. L’esame da noi creato è in grado di prevedere i tassi di suicidio identificando le persone a rischio. Potremo quindi intervenire in tempo per scongiurare una catastrofe. Abbiamo trovato un gene che riteniamo possa essere molto importante per individuare in modo coerente una serie di comportamenti dai pensieri ai tentativi di suicidio. Dobbiamo studiare questo in un campione più ampio, ma crediamo che potremmo essere in grado di monitorare il sangue per identificare quelli a rischio di suicidio.”

sindrome di down thailandia utero in affitto

Thailandia: utero in affitto, coppia abbandona uno dei due gemelli affetto dalla Sindrome di Down

True Blood settimo episodio

True Blood: anticipazioni su “One Last Time”, settimo episodio dell’ultima stagione