in

Può un farmaco innescare l’Alzheimer?

Può un farmaco innescare l’Alzheimer? I farmaci imputati, secondo una ricerca pubblicata nel British Medical Journal, sarebbero le benzodiazepine, spesso utilizzate per il trattamento dell’insonnia, della depressione e dell’ansia. I ricercatori dopo aver esaminato circa 9 mila persone di età superiore ai 66 anni, hanno riscontrato che 2 mila persone su 9 mila avevano contratto l’Alzheimer.

innescare alzheimer farmaco

I partecipanti che hanno sviluppato l’Alzheimer assumevano il farmaco da almeno cinque anni. Il rischio di sviluppare la patologia è dunque aumentato dal 43 al 51% per tutti coloro che hanno fatto uso di benzodiazepine in passato. Il team crede che esista un legame tra il consumo del farmaco e la malattia, anche se non sa ancora di cosa si tratta.

Il professor Guy Goodwin, presidente del European College of Neuropsychopharmacology, ha detto alla BBC che la colpa non sia necessariamente delle benzodiazepine. E’ più probabile che questi farmaci vengano dati a persone già malate. Alla luce dei risultati dello studio, i ricercatori raccomandano dunque ai medici di limitare le prescrizioni di questi farmaci. Le benzodiazepine sono sì strumenti preziosi per la gestione dei disturbi d’ansia e insonnia transitoria, tuttavia, dovrebbero essere di breve durata e non superare la durata di tre mesi.

Faber beach in amministrazione giudiziaria ha creato guadagni

Ostia: lo Stato in collaborazione con “Libera” ha gestito uno storico lido guadagnandoci

energia rinnovabile cannabis

La marijuana crea dipendenza? Sì, nelle donne